AMANDOLA – “Api e Tartufi – Turismo e Biodiversità” è il tema del progetto che Rete Wigwam, insieme al Comune di Amandola, all’Associazione dei Tartufai dei Sibillini e all’Associazione degli Apicoltori del Piceno e del Fermano, che presenteranno, sabato 24 luglio nell’ambito di “Diamanti a tavola”, la Fiera del Tartufo Nero Estivo dei Sibillini che da oltre diciotto anni promuove e valorizza il più illustre frutto dei boschi di Amandola e dell’entroterra Fermano.

L’appuntamento sarà per le ore 11 presso la sala consiliare del Municipio di Amandola ed interverranno: il Sindaco della città, Adolfo Marinangeli; l’Assessore al Tartufo Comune di Amandola, Giuseppe Pochini; il Presidente dell’Associazione Tartufai dei Monti Sibillini, Alberto Mandozzi; il Presidente del Consorzio Apicoltori Piceni Fermani – Apif, Giovanni Zucconi; il Coordinatore nazionale del Gruppo Piccole Fattorie e Progetti di Filieracorta di Rete Wigwam, Avelio Marini; l’Operatore della Comunità Locale Wigwam dei Monti Sibillini, nonché titolare di una piccola fattoria montana, Francesco Fabiani e in collegamento da remoto, il Presidente Nazionale di Rete Wigwam, Efrem Tassinato.

Il progetto Api e Tartufi ha per obbiettivo la realizzazione di una stretta collaborazione tra raccoglitori di tartufi e apicoltori per tutelare insieme gli habitat e le nicchie ecologiche quindi la biodiversità e il mantenimento dei suoli naturali e le fioriture sia di arboree che di piante erbacee gradite alle api e più in generale agli insetti impollinatori. Inoltre, creare e rendere disponibile un’offerta turistica che valorizzi sul posto la produzione di tartufi e di prodotti dell’alveare a favore del sostentamento delle Comunità Locali nel loro insieme.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.