ASCOLI PICENO – Un corteo di astrattezza mentale, creature e universi paralleli, tra irrealtà e allucinazioni.

Questo è quello che scrive lo stesso autore Giorgio Manganelli del romanzo “Centuria” che poi presenta un sottotitolo che è tutto un programma: cento piccoli romanzi fiume.

Ed è proprio così perché in ogni piccolo capitolo dei 100 presenti nel romanzo Centuria troviamo un fiume di storie che si intrecciano tra loro in maniera a tratti corrosiva ed anche irriverente.

Per ciascuno di loro esiste una storia, uno spaccato di esistenza: signori che muoiono nell’attesa del treno; un comandante e la morte; un drago e un cavaliere; l’animale giglio; un signore a cui hanno rubato l’universo; un fabbricante di campane; una fata che sbaglia treno; una donna che partorisce una sfera; un signore ingordo di sogni; uno scrittore autore di tutti gli scrittori; un capitano del vascello fantasma; e ancora altre creature e città enigmatiche.

E il Laboratorio Minimo Teatro ha scelto proprio questo testo per affrontare l’elaborato finale di un anno molto strano del proprio corso di teatro della sezione adulti collegato al progetto Sestiere 2.0 che vede coinvolti appunto i partecipanti del percorso inserito nel progetto finanziato dalla Fondazione Carisap che vede come capofila appunto il Sestiere di Porta Maggiore. Un anno particolare tra partenze e riprese in presenza e molti appuntamenti svolti in remoto da casa. Ed è proprio questa caratteristica resiliente che viene fuori da questo allestimento, prodotto appunto sulla forza e l’energia dei partecipanti al corso che non hanno mai mollato e che adesso si ritrovano a fine Luglio a presentare il loro elaborato finale al pubblico, finalmente dal vivo, diretti da Roberto Paoletti.

Proprio per questo il Comune di Ascoli Piceno ha apprezzato tale caparbietà artistica e attraverso l’interessamento del Sindaco Marco Fioravanti e dell’Assessore Donatella Ferretti  ha premiato con il patrocinio la possibilità di presentare il risultato finale all’aperto nell’ area circostante il Forte Malatesta e il Sestiere stesso in Via delle Terme in collaborazione con i Musei Civici di Ascoli Piceno che si sono resi disponibili all’evento originale anche per l’innovativa proposta di un reading spettacolo che dura una settimana. Una maratona, infatti, iniziata già da lunedì 19 visto che già una gran parte del pubblico prenotato ha ricevuto via cellulare, audio e anche  video relativi allo spettacolo girati dai corsisti che si avvicinano in una sorta di tappe giornaliere al momento finale di Domenica. Una vera e propria “maratona di Centuria  “ lunga una settimana .

Al Forte Malatesta di Ascoli Piceno, quindi, domenica 25 luglio, attraverso un percorso itinerante vi capiterà di incontrare alcuni dei personaggi di Centuria capitati li “per caso” oppure abitanti da sempre di quel luogo e di sentire le loro voci tra soluzioni verbali alquanto ardite ed inaspettate.

Quattro orari: ore 18/20/22/24.

Ingresso gratuito ma solo attraverso prenotazione su Eventbrite con massimo 30 persone ogni gruppo orario.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.