ASCOLI PICENO – Il patron dell’Ascoli Massimo Pulcinelli interviene sulla recente esclusione dei cinque club di serie B e Serie C, esprimendo la sua solidarietà alle società interessate.

“L’esclusione dai campionati professionistici di Chievo, Carpi, Casertana, Novara, Sambenedettese – le parole del proprietario del club bianconero – fa riflettere ed è sintomatico della necessità di operare riforme nel mondo del calcio. Da Patron dell’Ascoli Calcio sento di esprimere solidarietà a ciascuno di questi club, in un periodo in cui tante aziende, senza eccezione per il settore calcio, devono fare i conti con una crisi economica che non ha risparmiato davvero nessuno. L’augurio che rivolgo a tutti questi club è di tornare al più presto nelle categorie professionistiche che meritano, con sommo dispiacere saluto tutti loro”.

Il nostro articolo precedente

Niente B per il Chievo Verona, gialloblu esclusi. Sarà il Cosenza il primo avversario del Picchio


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.