ASCOLI PICENO – Anas (Gruppo FS Italiane), d’intesa con il Commissario Straordinario Fulvio Maria Soccodato, ha consegnato oggi, 28 luglio, alla nuova impresa esecutrice S.A.L.C. S.p.A. i lavori di completamento della variante alla strada statale 4Salaria” nel tratto compreso tra Trisungo e la galleria Valgarizia, in provincia di Ascoli Piceno. Gli interventi erano stati avviati e successivamente interrotti a causa del fallimento delle precedente impresa appaltatrice.

Nei prossimi giorni inizieranno le attività preliminari di cantierizzazione in modo da poter riavviare lo scavo della galleria a partire dalla fine del mese di agosto.

L’opera è destinata a migliorare significativamente la viabilità nel tratto di Salaria che attraversa i comuni di Arquata del Tronto e Acquasanta Terme: un territorio gravemente colpito dagli eventi sismici del 2016. Consentirà, infatti, di eliminare le criticità legate all’orografia del territorio e alla tortuosità del tracciato attuale, innalzando i livelli di servizio dell’infrastruttura nonché gli standard di sicurezza per la circolazione.

Il tratto da realizzare si sviluppa per circa 2,6 chilometri prevalentemente in galleria, in variante al tracciato attuale tra l’abitato di Trisungo e l’esistente galleria “Valgarizia”.

L’intervento comprende la realizzazione di due gallerie naturali: la galleria “Trisungo”, lunga 1,8 km, e la galleria “Monte Castello”, di circa 190 metri. La piattaforma stradale sarà di 10,5 metri di larghezza, con una corsia per ogni senso di marcia oltre alle banchine laterali.

Sarà inoltre realizzato lo svincolo di Trisungo per l’interconnessione della nuova infrastruttura con la viabilità esistente e con l’attuale tracciato della Salaria che avrà funzione di viabilità locale. Lo svincolo comprende una rampa di 350 metri in direzione Trisungo parzialmente in galleria, una rampa in direzione Ascoli di 210 metri e una bretella bidirezionale di circa 530 metri. Per la costruzione della rampe saranno necessarie numerose e impegnative opere minori come muri di sostegno, paratie di pali con tiranti e opere idrauliche.

Il Commissario Straordinario, nominato dal Governo a giugno 2021, sta programmando, d’intesa con Regione Marche, Anas e Impresa, ulteriori azioni di accelerazione del completamento dei lavori, attualmente previsto in circa due anni.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.