ANCONA – “In questo momento possiamo ancora considerarci come regione ampiamente in zona bianca”. Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli in una nota diffusa dall’Ansa Marche il 2 agosto.

“E’ chiaro l’alto tasso di crescita dei contagi che si sta verificando – le parole del Governatore riportate dall’agenzia di stampa regionale -, che in un numero assoluto non è tantissimo ma si passa da 40-50 positivi al giorno a 100-150; in due settimane c’è stato un incremento notevole, è innegabile, ma i ricoveri nelle terapie intensive e negli altri reparti sono sotto controllo, rispetto al numero dei positivi registrati”.

“Il trend di crescita dei contagi – prosegue Acquaroli – anche normale in considerazione delle aperture e della vita sociale che stiamo vedendo in questi giorni praticamente ovunque. E’ un’attività sociale particolarmente molto intensa, economica, turistica. Il numero di presenze è molto importante in questo periodo, quindi è un fenomeno naturale che si possa registrare un aumento dei contagi. Attualmente è assolutamente sotto controllo il numero di ricoveri nelle strutture ospedaliere e dunque vediamo ancora una fase con un margine di tranquillità e di sicurezza rispetto alla zona gialla”.

“In ogni caso l’invito è sempre quello a fare attenzione, ad indossare la mascherina quando si è in assembramento, a dedicare la giusta attenzione a degli accorgimenti che possono evitare di riportare conseguenze tra 15 giorni, un mese, magari la regione in una situazione di rischio per conservare la zona bianca. Più facciamo attenzione ai nostri comportamenti, – ha concluso – più facile restare in zona bianca”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.