ASCOLI PICENO – L’11 e il 12 agosto ad Ascoli Piceno, nella splendida cornice del Teatro Romano, nell’ambito del TAU/Teatri Antichi Uniti, torna Laura Morante con il reading musicale “Medea”, accompagnata da Davide Alogna al violino e Giuseppe Gullotta al pianoforte su musiche di Chopin, Franck, Prokofiev. Lo spettacolo, con l’adattamento del testo a cura della stessa Laura Morante e la regia di Daniele Costantini, su iniziativa della Regione Marche con AMAT, MiC, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche e i Comuni di Fano e Ascoli Piceno, è prodotto e distribuito in esclusiva da Aida Studio Produzioni, società di creazione, produzione e distribuzione diretta da Elena Marazzita.

Lo spettacolo “Medea” si presenta sotto forma di reading musicale, dove la musica non è semplice corollario della proposta drammaturgica ma è lei stessa co-protagonista. “I reading musicali offrono al linguaggio scenico ulteriore fascino” – ha sottolineato la produttrice Elena Marazzita. “Quello che ogni volta cerchiamo di realizzare sono proposte d’avanguardia dove la drammaturgia verbale si intrecci in maniera armoniosa con quella musicale. Porto in scena Medea – ha spiegato la Marazzita – perché è un dramma nato sulla meravigliosa complessa fragilità femminile. Medea è ricca di contraddizioni, come se in lei coesistessero due donne diverse, la vendicativa senza cuore e la madre amorevole che vorrebbe risparmiare i figli. Un mistero irrisolto, complicato come ogni animo umano. È determinata e pronta a tutto per ottenere quello che vuole, sempre in grado di riflettere sulle sue azioni prima di decidere come procedere. All’interno di una realtà in cui le donne non hanno quasi mai una voce, lei sa bene come usare la sua. E non accetta di tacere”.

Euripide con Medea rappresenta l’indicibile e l’irrappresentabile del cuore umano nelle sue pieghe più profonde e nelle sue parti più oscure e riposte, dove passione e ragione si mescolano e si confondono senza che sia possibile separarle. Medea è veramente umana nella complessità del suo carattere: è una donna di straordinaria razionalità ma anche di estrema passionalità e la molteplicità dei gesti è il risultato del diverso e mutevole rapporto di forze tra esigenze razionali e istanze emotive. Fissa nell’amore di Giasone tutta la sua energia esistenziale fino a travolgere ogni coscienza di bene e di male, e uccide – si legge nelle note allo spettacolo.

Prima dello spettacolo, alle ore 19.30, torna l’AperiTAU. Passeggiate di storia: Alla scoperta della Ascoli Piceno Romana Itinerario n. 3 Dal Paganesimo al Cristianesimo a cura del Comune di Ascoli Piceno / Gianfranca Florio. Per prenotazioni per AperiTAU: 331 8608346.

Informazioni e prevendite per lo spettacolo: biglietteria Teatro Ventidio Basso 0736 298770, biglietteria Teatro Romano 334 6634432 la sera dello spettacolo dalle ore 20.30.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.