ASCOLI PICENO – Sarà destinata al miglioramento della comunicazione fra medici e pazienti affetti da anemia falciforme la piattaforma Collabobeat, progetto IT messo a punto dalla società ascolana Airbag Studio, da anni attiva nel settore della salute digitale.

Collabobeat è costituito da un’app mobile per i pazienti e da una dashboard web per i medici: tramite l’app il paziente scrive al suo medico domande, dubbi o fornisce aggiornamenti sul suo stato di salute, allegando documenti o compilando questionari pre-strutturati. La dashboard web, invece, permette al medico di gestire la comunicazione col paziente, leggere e rispondere ai vari messaggi, recepire e analizzare le risultanze dei questionari tutto in piena autonomia. E’ un sistema facile come Whatsapp ma più professionale e discreto: medico e paziente si aggiornano reciprocamente in un “luogo” digitale ad hoc, sicuro ed affidabile. Collabobeat risulta particolarmente utile nei casi di malattie croniche, oncologiche o comunque di situazioni nelle quali la relazione fra medico e paziente è continuativa e costante.

“Nell’arco dell’ultimo anno abbiamo lavorato per renderla fruibile anche in altri contesti – sottolinea l’Ingegner Omar Cafini, Ceo di Airbag Studio – ad esempio per la comunicazione da remoto fra i pazienti Covid-19 in isolamento domiciliare con lieve sintomatologia e i medici assegnati alle Usca (Unità Speciali di Continuità Assistenziale, ndr), come pure nell’ambito della comunicazione durante i trials clinici”.

Airbag Studio è una software house di Ascoli Piceno che sviluppa app ad alta complessità per il settore medicale e farmaceutico. La società è particolarmente attiva anche sul fronte della divulgazione, a settembre infatti partirà “e-Health Talks – conversazioni sul futuro della salute”, un ciclo di eventi dedicato agli operatori del comparto sanitario e farmaceutico sul tema -attualissimo – della cosiddetta “salute digitale”. Oltre all’appuntamento dedicato all’esperienza di Collabobeat, saranno presentati numerosi progetti di rilevanza nazionale.

Biovalley Investments Partner Spa (Bip Spa) fa parte della Holding Biovalley Investments Spa, che recentemente ha perfezionato l’acquisizione dell’88% di Swiss Integrative Center for Human Health (Sichh), Centro di Ricerca svizzero specializzato in soluzioni e sistemi innovativi nei settori industriali delle tecnologie mediche, bioinformatiche e delle biotecnologie.  La Divisione Pharma di Bip Spa nasce all’inizio del 2019 con l’obiettivo di creare un ramo per la commercializzazione di prodotti farmaceutici innovativi con particolare attenzione ai prodotti orfani e per malattie rare o altamente specialistiche (anemia falciforme e malattie da accumulo lisosomiale).

“Siamo davvero orgogliosi che grazie a Collabobeat il paziente sarà ancora più al centro della pratica clinica, un obiettivo al quale la Bip Spa lavora con passione, empatia e grande impegno e che rappresenta anche per Airbag Studio un’ambizione irrinunciabile” aggiunge Omar Cafini.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.