ACQUASANTA TERME – Di seguito una nota diffusa dal Comune di Acquasanta Terme il 19 agosto.

Il sindaco Sante Stangoni aggiunge: “Ci tengo a specificare che ci sia una ridistribuzione equa in proporzione al numero degli abitanti e dei territori, in funzione della situazione post sisma con i rispettivi danni. Dobbiamo mantenere la popolazione e farla rimanere sui territori, quest’ultimi devono crescere. L’auspicio è che si tenga conto di questo e di un pre-Cratere che esiste e che ha bisogno di ripartire rispetto a tante altre realtà per sopravvivere. La montagna non deve scomparire”.

Illustriamo i progetti che abbiamo presentato alla Regione Marche e che sono in attesa di valutazione e relativo finanziamento.

I progetti che non saranno approvati verranno riproposti a contributo del Recovery Plan.

Abbiamo dato attenzione a tutti i settori, dal turismo all’ambiente, alla riqualificazione urbana e alla cultura.

Nel dettaglio i progetti proposti sono i seguenti:

Infrastrutture sociali

CENTRO DIURNO PER ANZIANI 

L’intervento proposto riguarda la riconversione con annessa ristrutturazione di un immobile ubicato in frazione Centrale del comune di Acquasanta Terme che era adibito a scuola dell’infanzia. L’intento della nuova destinazione d’uso ha l’obiettivo di restituire un luogo che rappresenti l’incontro, la socializzazione e l’accudimento a servizio di quella porzione di cittadinanza che è parte preponderante dell’intera comunità locale.

Ambiente e Risorse Naturali

RIQUALIFICAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI PERCORSI SUL RIO GARRAFO

L’intervento prevede di attrezzare alcuni tratti delle Gole del Rio Garrafo per creare percorsi di varie difficoltà, percorribili da persone più o meno esperte e con l’ausilio di guide per essere attraversato in sicurezza e per incentivare il settore escursionistico.

IDRO TERM – Benessere, Salute ed Energia della Terra. (Geotermia, Teleriscaldamento geotermico)

Nel territorio di Acquasanta Terme è confermata l’esistenza di un sistema acquifero termale con la presenza di numerose sorgenti di acque termali a chimismo complesso e con la presenza di estesi deposti di travertino tipici di acque calde e alcuni dei quali ancora in fase di deposizione. Il trasferimento alla gestione e sfruttamento delle acque ad uso termale del know-how acquisito dai teorici-applicativi e dalle metodologie mirate allo sfruttamento degli idrocarburi, permetterà una migliore gestione delle risorse idriche e termali e di conseguenza potrà portare un vantaggio sia in termini di produttività che di efficienza.

Obiettivi generici: transizione ecologica, rigenerazione urbana.

Obiettivi specifici: caratterizzazione geologica per la determinazione del potenziale termale, individuazione dei possibili utilizzi della risorsa geotermica.

Riqualificazione Urbana

RIQUALIFICAZIONE DELL’IMPIANTO SPORTIVO COMUNALE

La riqualificazione mira a rendere l’impianto fruibile da tutti diventando un riferimento non solo per il bacino di utenza locale ma anche per il più ampio comprensorio collinare-montano.

L’intervento prevede la riqualificazione del blocco spogliatoi con l’inserimento di nuovi spazi coperti necessari alla gestione dell’impianto stesso; la manutenzione del campo da calcio e della pista di atletica; la manutenzione dei campi da tennis; completamento delle pavimentazioni dei percorsi pedonali interni, gli spazi inerbiti, le aiuole e tutte le aree accessorie e di corredo.

È prevista la riorganizzazione della scarpata di contenimento del campo sportivo per realizzare un piccolo parco lineare con funzione di Active Park multifunzionale, con postazioni attrezzate per fitness, stretching e spazi relax da utilizzare sia per allenamenti che per il mantenimento della forma fisica.

RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA PARCO RIO A SERVIZIO DEL CENTRO STORICO IN FASE DI RICOSTRUZIONE

Il progetto di riqualificazione dell’Area Parco Rio, nasce dalla necessità di restituire alla cittadinanza uno spazio pubblico.

Elenco interventi previsti: realizzazione di una nuova piazza e della relativa viabilità, area parcheggio per i bus turistici, rifacimento dei parcheggi pubblici a raso e della segnaletica orizzontale; realizzazione di nuove aree pedonali pavimentate; realizzazione di una nuova piazza pedonale pavimentata, con aiuole verde, arredo urbano, installazione di un nuovo ascensore omologato per D.A. ed adeguamento della passerella pedonale esistente, costruzione di un nuovo museo del travertino, costruzione di nuovi locali destinati ad enti pubblici, lavori per la ristrutturazione di un manufatto esistente da destinarsi a bar caffetteria, ristrutturazione dei locali per servizi pubblici e realizzazione di una nuova isola ecologica e locale tecnico, riqualificazione del parco pubblico e ripristino della piastra di copertura del parcheggio, realizzazione di un’area gioco bimbi, realizzazione di un’area addestramento cani, realizzazione di un’area fitness/percorsi vita.

PERCORSO PEDONALE A SERVIZIO DELLA NUOVA PISCINA TERMALE E GROTTA SUDATORIA

L’intervento proposto mira alla riqualificazione di un’area del comune di Acquasanta Terme, in prossimità della Grotta sudatoria (per la quale è in corso un progetto di recupero della grotta e degli edifici annessi).

L’area è caratterizzata da una strada, Via Tito Livio, che dalla grotta conduce nel centro storico attraversando il versante che costeggia la grotta. Un breve e suggestivo percorso pedonale che potrebbe restituire una identità paesaggistica al territorio comunale.

Annesso al percorso sono presenti all’interno dell’area due manufatti in forte stato di degrado, di proprietà privata, per i quali si prevede la riqualificazione al fine di reintegrare gli immobili e renderli fruibili attraverso un cambio di destinazione d’uso da abitativo ad attività ricettiva, che rappresenta una forte carenza all’interno del territorio.

L’intervento proposto si integra completamente con l’intervento di recupero della grotta e degli immobili annessi ad essa, in quanto ampliano il grado di accessibilità dell’area attraverso il percorso pedonale e di ricezione dell’utenza attraverso l’attività alberghiera.

Cultura e turismo

ZIP-LINE, VOLO DELL’ANGELO

Il progetto prevede la realizzazione di due Zip-Line nel territorio del comune di Acquasanta Terme, la prima nella zona delle gole del Rio Garrafo e la seconda nei pressi di Tallacano/Rocchetta.

I luoghi non sono stati scelti solo per la naturale bellezza ma anche per la precedente esistenza di teleferiche usate per il trasporto di legname dalla montagna al capoluogo.

Lo scopo principale della realizzazione di tale impianto è quello di creare un’offerta turistica tipica dei luoghi di montagna e non reperibile in tutto il centro Italia, al fine di riavviare in modo celere i flussi turistici persi.

Oltre a questi progetti che riguardano esclusivamente il nostro comune, abbiamo presentato altri progetti d’intesa con i comuni di Comunanza, Arquata, Montemonaco e Roccafluvione.

Abbiamo riconosciuto come fondamentale e come punto di unione tra i vari comuni della vallata del fiume Tronto il tema dell’acqua, pertanto ogni comune coinvolto ha proposto su tale tematica degli interventi relativi al proprio territorio.

Nello specifico il nostro Comune ha individuato i seguenti interventi:

Cultura e turismo

RESTAURO DEL PONTE DI QUINTODECIMO

L’intervento di restauro del ponte di Quintodecimo e riqualificazione delle aree limitrofe comprenderà non solo un’azione di restauro e consolidamento del ponte, ma anche una riqualificazione della zona della chiesa di Quintodecimo e della piazza antistante, nonché il recupero dell’area dei bagni pubblici e del lavatoio.

RESTAURO DEL PONTE DEL RIO GARRAFO

l progetto prevede il riconsolidamento strutturale ed il recupero della finitura facciavista del ponte, oltre ad una generale risistemazione dell’area e dei percorsi limitrofi con la pulizia da arbusti e piante infestanti e introduzione di opportuna segnaletica

Ci auguriamo e confidiamo che vengano accolte molte di queste progettualità e che il Commissario alla Ricostruzione e l’assessore Regionale con delega al sisma, Castelli diano priorità al rilancio dei territori particolarmente colpiti e che questo fondo da 210.000.000 euro venga distribuito dove c’è stato il vero sisma.

.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.