ASCOLI PICENO – L’Ascoli è pronto all’esordio stagionale in Serie B contro il Cosenza, partita in programma domani 22 agosto alle 20.30 al “Del Duca”. L’allenatore del Picchio Andrea Sottil presenta la partita.

“Abbiamo lavorato intensamente – afferma il tecnico bianconero – I ragazzi sono stati concentrati ed hanno lavorato con grande intensità ed applicazione cercando di migliorare rispetto alla partita di Coppa Italia con l’Udinese, cercando di andare avanti in senso di condizione fisica. Anche a livello tecnico tattico dobbiamo migliorare le due fasi di gioco, sono abbastanza soddisfatto della settimana di lavoro. Non deve assolutamente sfiorarci il pensiero che quella di domani sarà una partita semplice, e non accadrà perché non è mai accaduto da quando sono arrivato. Sto costruendo una squadra con una identità: basata sul sacrificio ed il lavoro duro, sull’organizzazione e su un senso di appartenenza forte. Questo gruppo non può permettersi di non rispettare l’avversario, soprattutto un Cosenza che nonostante la partenza tardiva si sta completando, ha qualità e competenza per venire a giocarsi la partita. Anche noi ci stiamo completando, con la società stiamo cercando di essere competitivi: mancano ancora due o tre pezzi ma sono convinto che per la fine del mercato la squadra sarà completata”.

“Io e i ragazzi rimaniamo concentrati sulla partita di domani con assoluta umiltà e rispetto – continua Sottil ma consapevoli della nostra forza e della nostra qualità. Tutte le squadre cercano di vincere, ed è giusto che sia così; loro hanno giocatori di qualità e di categoria, mi aspetto una squadra che venga a giocarsela in maniera determinata, noi dovremo rispondere con grande fame su ogni pallone. Abbiamo la fortuna di partire in casa e dovremo imprimere il nostro gioco. Non siamo ancora completi numericamente, purtroppo abbiamo avuto delle defezioni, gli ultimi dubbi li scioglierò domani anche se in testa la squadra ce l’ho già. Non vedo l’ora di giocare davanti al pubblico, è la parte più bella del calcio; il pubblico di Ascoli è molto attaccato ai colori bianconeri, è un tifo molto acceso e passionale. Anche se purtroppo non si potrà riempire lo stadio sono sicuro che i 4 o 5mila che entreranno daranno il loro contributo, avranno una grande carica agonistica anche loro: anche per questo dovremo entrare in campo determinati ed iniziare bene questo percorso”.

Sono 23 i convocati per il match: Bolletta, Guarna, Leali; Avlonitis, Baschirotto, Botteghin, D’Orazio, Quaranta, Salvi, Spendlhofer, Tavcar; Buchel, Castorani, Collocolo, Eramo, Franzolini, Lico, Saric; Bidaoui, D’Agostino, Dionisi, Fabbrini, Intinacelli.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.