ASCOLI PICENO – Dopo il vittorioso esordio in campionato contro il Cosenza, l’Ascoli Calcio prepara la trasferta di sabato prossimo contro il Perugia di Alvini reduce dal successo in trasferta contro il Pordenone. Il capitano dei bianconeri Federico Dionisi fa il punto della situazione.

“Abbiamo fatto la partita che ci aspettavamo – afferma l’attaccante – sapevamo che il Cosenza sarebbe venuto con qualche difficoltà, chiuso dietro, ma con l’intento di fare del suo meglio. Noi abbiamo avuto pazienza, siamo stati bravi ad andare in vantaggio e a non rischiare mai. Dobbiamo migliorare, potevamo fare meglio in fase offensiva, siamo stati troppo poco pericolosi, ma siamo riusciti a gestire la gara nel migliore dei modi ottenendo quello che volevamo: vincere la partita. Siamo contenti d’essere partiti col piede giusto. Vedere la gente sugli spalti è stata una sensazione strana, negli ultimi periodi non abbiamo potuto vivere appieno il bello del nostro sport, ovvero la presenza dei tifosi. Domenica ci hanno dato quella carica che mi ricordavo. Centrare la vittoria davanti ai nostri tifosi alla prima giornata di campionato ci ha dato quella spinta in più per migliorarci ulteriormente. Il Campionato di B è equilibrato, riserva tutte le emozioni possibili, non ci sono favorite, c’è da battagliare in ogni partita e noi siamo pronti a questo”.

“Mi aspetto un Campionato equilibrato come quelli passati – prosegue Dionisi – Il nostro reparto d’attacco  è cambiato, sono andati via Bajic e altri calciatori lì davanti, sicuramente arriverà qualcun altro. Noi pensiamo a fare quello che sappiamo, ovvero andare in campo e cercare di fare il nostro meglio. Quanto al mercato, abbiamo piena fiducia nella società, nel presidente e in tutti gli addetti ai lavori, siamo tranquilli, ci metteranno sicuramente nelle condizioni di disputare il campionato migliore possibile per l’Ascoli. Bidaoui ha caratteristiche particolari come punta, ha dimostrato l’anno scorso e quest’anno, nelle prime apparizioni di Coppa Italia e di Campionato, che la punta la può fare tranquillamente. E’ stato decisivo, è un ragazzo che si mette a disposizione del gruppo, dà l’anima, è un giocatore importante e tale resterà al di là di chi arriverà e di chi giocherà. Sono molto contento, mi trovo benissimo con lui perché attacca la profondità come pochi in Serie B. Tutta la squadra trarrà beneficio dal mercato, il nostro obiettivo è migliorarci per il bene dell’Ascoli e non per se stessi, anche giocare una partita in meno non ci preoccupa perché è più importante l’Ascoli che gli aspetti personali”.

“I nuovi arrivati? Botteghin è un giocatore importante e di grande esperienza – continua il capitano bianconero – il suo curriculum parla da solo e sarebbe scontato fare il suo nome, è il calciatore che tutti ci aspettavamo. Devo ammettere che tutti i ragazzi arrivati si sono messi a disposizione con umiltà, lavorando, ascoltando, cercando di migliorarsi giornalmente. Quindi non mi sento di escludere nessuno. Sicuramente Eric è un giocatore importante, ma anche degli altri siamo molto contenti, ci miglioreremo tutti insieme per integrarci il meglio possibile. Sappiamo che dobbiamo migliorarci giorno dopo giorno veniamo al campo con questo obiettivo, non per fare le comparse, sappiamo che c’è un percorso da fare da qui a fine campionato, quindi è giusto avere questo spirito, avere l’ambizione di diventare una squadra importante. Siamo partiti come una squadra normale di B, vogliamo fare la nostra figura e ci impegneremo gara dopo gara per far sì che questo accada. Il Perugia è una buona squadra, da affrontare con tutto il rispetto, abbiamo tutte le carte in regola per cercare di ottenere il massimo, dobbiamo essere concentrati e umili. La presentazione delle maglie è un evento importante perché sappiamo quanto ci sono vicini i tifosi e quanto continueranno ad esserlo, quindi vogliamo ricambiare questo affetto anche concedendoci per qualche foto e per gli autografi sulle maglie”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.