ASCOLI PICENO – Si rimette in moto la macchina organizzativa per il Carnevale ascolano. Si riparte, infatti, dalle iscrizioni all’Associazione “Il Carnevale di Ascoli”, associazione preposta all’organizzazione della manifestazione carnascialesca, con l’apertura di uno sportello, all’interno della libreria Rinascita, in piazza Roma ad Ascoli, nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 settembre (dalle ore 18 alle 20) e, a seguire, sabato 25 e domenica 26 (sempre dalle 18 alle 20). Tutti coloro che tengono al bene e al futuro del Carnevale, dunque, potranno iscriversi. Successivamente, si procederà con la convocazione dell’assemblea degli iscritti la quale sarà chiamata ad eleggere il nuovo direttivo dell’Associazione “Il Carnevale di Ascoli”. Un passaggio importante per lavorare all’edizione 2022 della kermesse carnascialesca dopo un anno di stop a causa dell’emergenza Covid. 

Nel frattempo, è stato formalizzato anche con una visita ad Ascoli e un incontro col sindaco Fioravanti a Palazzo Arengo della signora Mirella Desantis, in rappresentanza del Centro nazionale di coordinamento delle maschere italiane, l’importante inserimento di due maschere del Carnevale ascolano, ovvero Buonumor Favorito e Lu Sfrigne, nel Registro storico delle maschere italiane. Un importante risultato, ottenuto dal presidente Marco Olori e dal direttivo dell’Associazione “Il Carnevale di Ascoli”, in sinergia con l’Amministrazione comunale, che certifica a livello nazionale il valore delle due caratteristiche maschere della storia carnascialesca ascolana.

Il Registro storico delle maschere Italiane è una iniziativa del Centro nazionale di coordinamento delle maschere italiane, presieduta da Maurizio Trapelli, che si pone l’obiettivo di definire e promuovere le maschere che hanno arricchito la cultura del popolo, simbolizzando ed eternando nei secoli la storia e la cultura antropologica dei vari territori italiani.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.