ASCOLI PICENO – Dopo la sosta del campionato per gli impegni delle nazionali l’Ascoli Calcio è pronto a tornare in campo domani 11 settembre contro il Como in trasferta. L’allenatore dei bianconeri Andrea Sottil presenta la sfida.

“Abbiamo avuto la possibilità di lavorare senza l’assillo del risultato – le parole dell’allenatore dell’Ascoli – questo ci ha aiutati a mettere dentro condizione fisica, intensità, chilometri, soprattutto per chi era un po’ indietro. Abbiamo lavorato bene, con serenità, calma, con grande applicazione e determinazione, abbiamo lavorato anche sotto il profilo tecnico-tattico, cercando di migliorare le due fasi ed essere più rapidi quando andiamo all’esecuzione. Ho visto il gruppo crescere. Si respira positività dopo le due vittorie, ieri la visita del patron è stata anche l’occasione per presentarci il nuovo DG Tanzi; è sempre un gran piacere vedere il patron al campo, la sua figura è carismatica, trasmette la passione, determinazione e l’amore che ha per questi colori. Ha salutato me e la squadra, ha fatto i complimenti ai ragazzi e li ha spronati a continuare su questa strada”.

“Il Como è una delle squadre più attrezzate – continua Sottil – è reduce dalla vittoria del campionato scorso, ha una società solida, ha preso calciatori di grande caratura come Cerri e La Gumina, oltre a Scaglia, difensore di assoluto valore; inoltre ha mantenuto l’ossatura che ha consentito al loro mister di vincere la categoria. Abbiamo grandissimo rispetto per loro, noi faremo una partita di grande concentrazione, calma, dobbiamo dare continuità ai risultati positivi, li affronteremo con serenità nell’arco dei 100’, con l’intento di saper leggere tutti i momenti della gara. Il Como ritrova il suo fortino, il Sinigaglia, la sua casa, quindi ci aspettiamo un ambiente carico, compatto, con uno stadio gremito, ci saranno i nostri tifosi, anche se in misura minore per via delle regole anti Covid, ma si faranno sentire e saranno determinanti come a Perugia. Siamo pronti per giocare questa partita”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.