ASCOLI PICENO – Una nuova kermesse culturale in programma ad Ascoli nei prossimi giorni.

Si è tenuta oggi alla sala De Carolis e Ferri a Palazzo dell’Arengo la conferenza stampa di presentazione della prima edizione di Asculum Festival, rassegna dedicata alla cultura e alla crescita personale.

L’evento si svolgerà venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 ottobre ad Ascoli Piceno.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il sindaco Marco Fioravanti, l’assessore regionale alla cultura Giorgia Latini, l’assessore agli eventi Monia Vallesi, il presidente della Fondazione Carisap Angelo Galeati, la co-fondatrice di Life Strategies Sara Pagnarelli, il Ceo e Founder Roigroup Marcello Mancini e il presidente dell’associazione Asculum Cristiano Morganti.

Per ulteriori informazioni visionare il seguente link:
https://www.comune.ap.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/19703

Venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 ottobre, ad Ascoli Piceno, si terrà la prima edizione di “Asculum Festival”, rassegna dedicata alla cultura e alla crescita personale. Per tre giorni il capoluogo piceno sarà sede di uno tra i più importanti appuntamenti di settore, portando all’attenzione del pubblico alcuni tra i più interessanti contributi letterari e scientifici della contemporaneità. Il festival, promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Asculum e a cura di Life Strategies, organizzazione di riferimento in Italia per quanto riguarda la realizzazione di eventi e seminari sulla crescita interiore e l’auto-consapevolezza, è realizzato grazie al Patrocinio e al contributo del Comune di Ascoli Piceno, della Regione Marche, della Fondazione Carisap, del MiC-Ministero della Cultura, di Bim Tronto, di Avis Ascoli Piceno e di AMAT, nell’ambito del progetto “Marche inVita – Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma”, con il contributo di CIAM s.r.l., Main Sponsor dell’evento.
Asculum Festival sarà un viaggio nei luoghi del vivere, un percorso di scoperta e introspezione, l’occasione di un incontro tra arte e scienze umane. “In un momento storico come quello che stiamo vivendo”, afferma il Primo Cittadino Marco Fioravanti, “volevamo investire sulla città, facendo della cultura uno strumento di valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità, anche in chiave turistica. Volevamo caratterizzare alcuni filoni e farli divenire eccellenza, così da accrescere il potenziale della città candidata a Capitale italiana della cultura nel 2024”. Il festival coinvolgerà infatti l’intera cittadinanza, divenendo uno strumento di marketing territoriale e promozione a tutto campo. Gli eventi saranno realizzati all’interno dei palazzi più rappresentativi del centro storico, ma vedranno anche iniziative in piazza del Popolo e al Teatro Ventidio Basso, per una tre giorni di totale immersione nella cultura che si fa esperienza e bellezza. “Asculum Festival è una rassegna di carattere nazionale per la portata dei temi trattati, come pure per gli autori che porterà ad Ascoli Piceno. La Regione Marche non può che favorire tutto quanto eleva i suoi territori ad un livello più alto di promozione”, dice Giorgia Latini, Assessore regionale alla cultura. “Personalizzare il turismo, renderlo possibile tutto l’anno, cucirlo come un abito su misura alle realtà locali è un obiettivo di questa amministrazione. Siamo sempre più consapevoli infatti”, spiega, “che cultura e turismo saranno temi portanti dello sviluppo in futuro, per questo li sosterremo con forza, a cominciare da iniziative come questa, dal carattere forte e innovativo”.
“Per la nostra città”, dichiara l’Assessore comunale agli eventi, Monia Vallesi, “si tratta di un appuntamento di rilievo, che va ad arricchire l’offerta messa in campo in questi mesi dall’Amministrazione. Con ‘Asculum’ daremo spazio e voce a temi che hanno come fulcro la persona e che sono sempre più sentiti nella società di oggi. Un festival che si svolgerà nei luoghi simbolo della nostra città e che permetterà di unire cultura e valorizzazione del territorio”.
“Con l’associazione, anni fa, avevamo avviato un percorso a tema e creato una community di persone legate dalla passione per la crescita personale”, racconta Cristiano Roganti, Presidente dell’associazione di Promozione Sociale Asculum. “Il favore incontrato ci ha fatto desiderare che il progetto avviato divenisse un contenitore culturale ancora più ampio e che lo stesso nome, Asculum, fosse associato ai temi della spiritualità e delle discipline bionaturali, facendo di Ascoli un punto di riferimento nazionale in materia. Da qui l’idea di coinvolgere Life Strategies e trasformare il percorso avviato in un evento unico in Italia”. Ricco il programma della tre giorni, tanti gli autori che vi parteciperanno, ciascuno eccellente nel proprio ambito di riferimento (cfr. Programma). “Abbiamo voluto portare ad Ascoli la nostra esperienza, ampliando e sviluppando ulteriormente un percorso tracciato dagli amici dell’Associazione Asculum”, spiega Marcello Mancini, co-fondatore di Life Strategies. “L’invito del Comune di Ascoli a farne un evento di portata nazionale ci è sembrata una sfida interessante. Nel 2017, proprio ad Ascoli, organizzammo l’evento ‘Direfare’, allo scopo di raccogliere fondi per la ricostruzione dopo il terremoto che aveva colpito il centro Italia nel 2016. Ricordo quell’esperienza, unica ed irripetibile, come uno dei momenti più belli della mia vita professionale. Questa nuova avventura ci è sembrato il miglior modo per inaugurare la stagione della rinascita. Nessuna economia potrà mai ripartire se non saremo in grado di ancorarla ad una nuova visione del mondo, per questo ritengo che certi valori siano oggi più che mai fondamentali”.
“Veniamo da anni difficili”, dice Sara Pagnanelli, co-fondatrice di Life Strategies. “Anni durante i quali abbiamo messo in pausa la nostra esistenza, cambiato la percezione della nostra realtà interiore, provato sentimenti che ci hanno profondamente cambiati. Ripartire dalla cultura della crescita personale significa mettere al centro la persona, sperimentare una nuova forma di umanesimo e rilanciare un messaggio di speranza, consapevoli di come il futuro appartenga proprio a chi saprà coltivare nella mente, nell’anima e nel cuore un progetto di vera felicità”.
E saranno proprio anima, corpo e mente i temi intorno ai quali prenderanno vita tutte le conferenze, le performance artistiche e le esperienze in programma. A cominciare dall’apertura, venerdì 1 ottobre, con il professor Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta di livello internazionale che ha trattato con successo oltre 30 mila casi di pazienti affetti dalle più svariate forme di psicopatologia. Tanti gli ospiti durante l’intera giornata di sabato 2 ottobre, tra cui il professor Giacomo Rizzolatti, scienziato di fama mondiale che ha scoperto i neuroni specchio, e il fisico nucleare Valerio Rossi Albertini. Domenica 3 la giornata prosegue con molti altri protagonisti fino alla manifestazione conclusiva al Teatro Ventidio Basso dall’emblematico titolo “Il cerchio della vita”, con Martina Colombari, Daniel Lumera, Oscar Di Montigny, Daniela Galliano, Josefa Idem, per ripercorrere le tappe salienti dell’esistenza ed affermarne la straordinarietà e il miracolo. Il programma dei tre giorni è disponibile su www.asculumfestival.it. Per accedere alle conferenze è richiesta la prenotazione.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.