ANCONA – “Nelle Marche su 21 ricoverati per Covid-19 in Terapia intensiva, 19 non sono vaccinati”. Queste le dichiarazioni, riportate in una nota dell’Ansa Marche il 28 settembre, dell’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini.

“I due degenti vaccinati in intensiva – si legge nella nota dell’agenzia di stampa regionale – avevano delle comorbidità, cioè altre patolgie. Una percentuale straordinariamente importante, dimostra che i vaccini hanno almeno la garanzia, non di impedire che si possa contrarre il virus, ma di impedire gravissime conseguenze come il ricovero in reparti intensivi e semintensivi. Quanto al totale dei ricoverati in intensiva, 21, sono cinque giorni che il numero è stabile”.

“Nelle Marche – osserva Saltamartini a proposito delle adesioni alla vaccinazioni superiori all’80% con la prima dose e al 74% con la seconda, riferite dal presidente Acquaroli – ci sono risultati ancora superiori: se consideriamo che le persone che hanno contratto il Covid hanno sviluppato autonomamente gli anticorpi, tra positivi e vaccinati nelle Marche, in media, raggiungiamo la quota del 90% tra le persone che dovrebbero essere immuni da conseguenze gravissime nel caso in cui la patologie iniziasse a manifestare i sintomi”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.