ASCOLI PICENO –  Al termine di un  match dai due volti, le interviste ai protagonisti di una partita vivace e giocata a ritmi altissimi, 1 a 1 che fa felice il popolo bianconero ma che lascia il rimpianto di aver “sprecato” il primo tempo dando la possibilità al Lecce di mister Baroni di andare in vantaggio al 7° minuto e di dominare i primi 45 minuti.
Al  “Del Duca”  quasi 500 tifosi ospiti a sostenere i salentini lanciatissimi in campionato e la curva nord che invece  riabbraccia gli Ultras 1898. In tribuna anche il socio americano Matt Rizzetta. Seconda frazione che vede capovolta la situazione con un’Ascoli aggressivo, che con l’ingresso di Fabbrini e Sabiri evidenzia una qualità superiore a centrocampo, sopratutto il ritorno di Sabiri in campo cambia completamente la situazione, tutto comincia a girare bene e l’azione del gol del pareggio di Iliev è un concentrato di tecnica e visione di gioco, Sabiri imbecca Dionisi con un filtrante al limite dell’area, dribbling in mezzo a due del capitano che serve Iliev defilato sulla sinistra, diagonale potente ad incrociare sotto al sette opposto, un gol da vero centravanti che fa espolodere il “Del Duca”.
Il tecnico dei salentini, Marco Baroni: “Un campo non facile contro una squadra che ha valori importanti, non sappiamo gestire bene le partite, quando loro hanno alzato il baricentro siamo scesi e abbiamo ceduto campo. Sono contento di chi è subentrato hanno fatto bene, siamo in crescita e in costruzione. Complimenti a Leali che con le sue parate ha fatto un miracolo”. Due punti persi? ” Per noi era un bel test dopo quattro vittorie, abbiamo fatto bene comunque.
Mister, partita dai due volti, primo tempo a marca salentina e ripresa dove i bianconeri hanno dominato. Lei aveva detto nel pre gara che il gioco a centrocampo sarebbe stato cruciale, e così è stato perchè l‘Ascoli con i cambi effettuati ad inizio ripresa ha elevato la qualità a centrocampo:Secondo me non ha dominato nel secondo tempo l’Ascoli? Solo un filtrante dove abbiamo preso gol. Non ho visto grandi parate da parte di Gabriel, loro hanno messo giocatori per cercare la verticalizzazione, era normale che dovevamo alzarci di più con Olivieri e Rodriguez lo abbiamo provato a fare. Dovevamo sfruttare meglio la gestione della palla.”
Il tecnico bianconero Sottil: “Premiato il coraggio e il gioco che abbiamo avuto nella ripresa, abbiamo creato i presupposti per vincere la partita contro una squadra forte, l’Ascoli ha giocato all’altezza della situazione fino alla fine e chi è subentrato ha fatto benissimo, mi fa arrabbiare prendere gol così cercheremo di essere più attenti. Sabiri? Su di lui sono dispiaciuto di non averlo avuto sin dall’inizio e abbiamo vissuto mesi in questa situazione, aver perso un giocatore così è un dispiacere, oggi ha dimostrato quello che sa fare, per me è un tutto campista. Iliev? Non l’ho mai visto in allenamento tra nazionale, hanno perso tappe ma oggi hanno fatto bene è la cosa che conta parliamo del futuro ora, lui sa fare questo e spero che si possa allenare con continuità.  Rammarico per il primo tempo? Abbiamo forse un approccio debole alla partita e dopo il gol preso cambiamo atteggiamento invece dobbiamo farlo subito però davanti avevamo una grande squadra ma noi dobbiamo lavorare sempre su di noi e il nostro gioco. La qualità in mezzo al campo importante Saric ha dei problemi alla caviglia, Eramo ha caratteristiche diverse da Buchel  ma stanno crescendo tutti e penso che troveremo continuità.  Come sta Felicioli? Si è stirato e doobbiamo valutare la gravità della lesione al flessore. Il gol preso? Marchiamo male, invece di marcare il più pericoloso abbiamo fatto il contrario. Botteghin? Ha fatto 15 anni di campionati in Olanda putroppo è arrivato a fine agosto dopo 4 mesi di pausa e sta bene adesso se avesse fatto il ritiro starebbe ancora meglio, è un leader difensivo ora è in condizione top. La punizione di Coda è palese, faccio fatica a capire perchè non è stato espulso il regolamento parla chiaro”
Iliev, un gol bellissimo da vero centravanti, hai già conquistato la tifoseria, pensi che la partita si potesse anche vincere per come si è giocato nella ripresa? “Sono contento di aver segnato questo gol, molto importante per me penso che la squadra abbia giocato benissimo, potevamo vincere la partita e spero che la prossima partita possiamo ambire a vincere.
Cosa è successo in area quando hai preso il colpo alla testa, l’arbitro non ha valutato di affidarsi alla Var palla dal corner mi è venuto addosso abbiamo sbatutto la testa  ma poi tutto bene. Intesa con gli altri? Stiamo lavorando bene e spero di integrarmi bene per dare la possibilità alla squadra di crescere.
Il portiere del picchio Leali: “Una parata che vale un gol? Cerco di fare sempre del mio meglio, sul gol invece ho valutato così ma dobbiamo lavorare per migliorare nella fase difensiva in generale. Abbiamo fatto una buona prestazione, nu secondo tempo aperto dove volevamo vincere la partita sappiamo su cosa dobbiamo lavorare.Sabiri? Ha chiesto scusa è tornato è importante l’atteggiamento positivo che ha e ora possiamo sfruttare le sue grandi qualità. Il ds Lupo? Ci dispiace ma andiamo avanti per la nostra strada.”
Il centrocampista bianconero Caligara: “Primo tempo difficile nel secondo siamo usciti bene, peccato perchè abbiamo avuto molte occasioni per vincere la partita, preferisco giocare da mezz’ala e volevamo vincere ha deciso di mettere più giocatori offensivi e mi sono messo a disposizione del mister per giocare anche davanti alla difesa. Nella ripresa abbiamo avuto “

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.