COLLI DEL TRONTO – Di seguito una nota, giunta in redazione il 18 ottobre, da Feneal-Uil Filca-Cisl Marche Fillea-Cgil di Ascoli Piceno e Fermo.

Feneal-Uil Filca-Cisl Marche Fillea-Cgil di Ascoli Piceno e Fermo esprimono profonda preoccupazione per l’ennesimo incidente sul luogo di lavoro, dopo l’infortunio mortale avvenuto su un cantiere del sisma poco più di due settimane fa. Ci auguriamo che il lavoratore coinvolto nell’incidente di Colli del Tronto possa tornare presto sul cantiere, ma non possiamo più girarci dall’altra parte: i dati delle denunce di infortuni sul lavoro in Italia sono aumentati dell’8,5% nei primi otto mesi del 2021, rispetto allo stesso periodo del 2020, quelli mortali sono stati 782, 95 in più rispetto alla rilevazione di luglio.

In particolare, ai primi di ottobre 2021 nel settore delle costruzioni abbiamo registrato un numero di infortuni mortali pari quasi al totale dell’intero anno precedente. E’ una situazione intollerabile, è necessario un salto culturale e far capire che la sicurezza, la prevenzione e la formazione non sono costi o impedimenti, ma investimenti per un lavoro di qualità. I fondi del Pnrr e i fondi previsti dall’Ordinanza n.118 del Commissario Straordinario possono aiutare le imprese, le Istituzioni,gli Enti di settore a fare il salto di qualità a livello culturale ed operativo.

Importante l’attivazione della banca dati nazionale per le imprese, il rafforzamento dell’Ispettorato nazionale del Lavoro, l’implementazione della piattaforma informatica dell’Inail e l’interoperabilità di tutte le banche dati dei soggetti ispettivi come da decreto fiscale approvato lo scorso 15 ottobre. Come sindacati delle costruzioni riteniamo che sia il decreto approvato sia un passo verso la direzione giusta, ma chiediamo qualcosa in più: l’introduzione della patente a punti e un piano straordinario dell’Inail in collaborazione con gli Enti bilaterali del settore e gli Rlst, l’applicazione del contratto edile a tutti i lavoratori in cantiere, maggiori investimenti in formazione e informazione, il riconoscimento della pensione anticipata ai lavoratori delle costruzioni. Per questo motivo saremo impegnati nei prossimi giorni in una campagna di assemblee e di informazione in tutti i luoghi di lavoro per sostenere ed organizzare la manifestazione nazionale il prossimo 13 novembre sul tema della sicurezza.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.