ASCOLIPICENO – Un altro appuntamento con il Gruppo Lettura Rinascita domenica 31 ottobre, alle ore 18, presso la Libreria Rinascita con Matteo Trevisani, talentuoso e giovane scrittore di origine sanbenedettese da anni attivo a Roma, dove collabora con realtà editoriali importanti come Tlon ed Atlantide Edizione. Sarà proprio Matteo, insieme al direttore di Atlantide edizione Simone Caltabellotta, a introdurre e presentare il suo ultimo romanzo dal titolo “Libro del Sangue”. Un libro dove memoria familiare, passato e mistero si uniscono in un turbine di rivelazioni. L’evento che nasce dal desiderio del gruppo di Lettura della Libreria di scoprire i più promettenti autori del panorama nazionale è libero e aperto a tutti nel rispetto delle norme anticovid, quali Green Pass e mascherina. Interverrà alla presentazione nel ruolo di moderatore anche Luca Pantanetti, curatore del gruppo di letture e responsabile dell’agenzia letteraria Scriptorama. Sebbene non obbligatoria, è consigliata la prenotazione, alla mail eleonora@rinascita.it.

“Libro del Sangue” è il terzo romanzo di Matteo Trevisani, che in questo testo realizza un equilibrato gioco di specchi tra la sua vita e quella del protagonista. La passione per la genealogia e per la ricostruzione del passato della propria famiglia è il punto di partenza di una ricerca intorno alla propria identità che diventa una corsa contro il tempo per sfuggire a un destino crudele. Visionario, sorprendente, lirico, spiazzante il Libro del sangue è una straordinaria avventura di genealogia e destino, oltre il romanzo della maturità del più originale giovane scrittore italiano di questi anni.
Ecco un estratto significativo del testo: “Da qualche anno ogni mattina, poco dopo l’alba, mi siedo a gambe incrociate al centro dello studio, a interrogare i morti. So che un giorno mio figlio si siederà al mio posto, e io cercherò il mio in quella massa scura, e tutti loro saranno dietro di me, a toccarmi le spalle, a farmi sentire il peso e l’orgoglio della loro presenza. Quando mi volterò verso di lui mi unirò al loro canto e nei nostri occhi si incroceranno i segreti genetici, quello che di vero c’è nel sangue”.
Quando Matteo Trevisani riceve una mail con in allegato un albero genealogico della propria famiglia si rende subito conto che questo albero rispetto a quello da lui conosciuto ha una particolarità: a un certo punto le linee degli avi divergono, lasciando apparire nelle pieghe delle nascite e delle morti accadimenti sconosciuti, segreti e naufragi ricorrenti. Inoltre l’albero non riporta soltanto nomi e date di nascita e di morte degli antenati, ma anche la data di morte di Matteo: il 21 settembre, di lì a meno di una settimana di distanza. La ricerca sulla propria linea familiare si intreccia dunque improvvisamente a questa nuova, spasmodica e repentina, su cosa si celi davvero dietro questo strano evento. Intanto lo spettro di un’altra vita, e di una balena mitica, che tormenta la sua famiglia da generazioni, aleggia sul passato e sul tempo a venire. E Matteo si trova così impegnato in una corsa affannosa per cercare di capire cosa gli stia accadendo davvero e chi sia il misterioso mittente che sembra conoscere il destino che, forse, lo attende…

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.