ASCOLI PICENO – “Il Tribunale per i Minorenni di Ancona ha condannato a 11 anni e 4 mesi di carcere il giovane romeno accusato dell’omicidio dell’ex collaboratore di giustizia 56enne, Franco Lettieri, originario di Salerno, ucciso a coltellate la sera del 15 gennaio scorso ad Ascoli Piceno”.

Così si legge in una nota diffusa il 26 ottobre dall’Ansa Marche: “Il ragazzo, difeso dall’avvocato Felice Franchi, è stato processato con rito abbreviato. Il pm Giovanna Lebboroni aveva chiesto una condanna a 14 anni e 8 mesi di reclusione. L’accusa di omicidio è in concorso con lo zio di 57 anni, per il quale l’udienza preliminare si terrà il prossimo 11 novembre davanti al gup del tribunale di Ascoli”.

Nella nota diffusa dall’agenzia di stampa regionale si legge: “Due giorni dopo l’omicidio il ragazzo si presentò ai carabinieri confessando di aver inferto lui le coltellate a Lettieri, anche se non ha spiegato, neanche durante il processo, quali sono stati i motivi di tanta acredine nei confronti della vittima. Secondo gli inquirenti della Procura di Ascoli, in ogni caso, lo zio avrebbe comunque partecipato attivamente all’azione da cui è scaturito l’omicidio anche se il 57enne nega di aver inferto materialmente lui i fendenti mortali”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.