ASCOLI PICENO – Seconda sconfitta consecutiva per l’Ascoli che cade 1-0 contro la Spal per la rete al 63′ di Colombo; per i bianconeri continua il momento no, per il Picchio solo 2 punti nelle ultime 5 gare.

L’andamento sicuramente non è positivo – le parole di Andrea Sottil – se guardiamo i numeri no ma le prestazioni ci sono state. Alla prima occasione ci puniscono, oggi abbiamo fatto uno dei migliori primi tempi della stagione. Abbiamo preso un eurogol, dopo loro non hanno fatto più niente. Se tieni le partite aperte può succedere di tutto. Paghiamo anche qualche discontinuità di forma di qualche giocatore, comunque penso che l’Ascoli nel primo tempo avrebbe dovuto passare in vantaggio. Nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni, il calcio vive di episodi. Ho cambiato dei giocatori per delle motivazioni, ci sono state situazioni e problemini a diversi giocatori. Io rimango molto fiducioso e sereno, consapevole che non stiamo andando bene. Oggi la partita è stata sbloccata da un eurogol, abbiamo un po’ accusato ma ci siamo rimessi a giocare. Botteghin? E’ stata una scelta di rotazione dei centrali e caratteristiche degli avversari, per me la difesa ha fatto una grande partita così come l’ha fatta Maistro fino a quando ha tenuto. Buidaoui è uscito perché non stavamo giocando più palla al piede e ci serviva più struttura, purtroppo abbiamo preso il gol mentre preparavo i tre cambi”.

“Dopo il gol subito abbiamo avuto 10 minuti in cui abbiamo perso la bussola – continua il tecnico dell’Ascoli – capisco però l’aspetto mentale; dopo ci siamo rimessi a giocare ma inevitabilmente scatta un po’ d’ansia. La sconfitta dopo questa prestazione è un risultato bugiardo, sicuramente dobbiamo migliorare ed essere più cattivi sotto porta. La squadra sa benissimo che bisogna cambiare passo, da domani penseremo al Pisa per cercare di andare a fare risultato. Dobbiamo rimanere compatti ed uniti più che mai, bisogna capire che sconfitta è stata, non ci hanno preso a pallonate; quando mi sono accorto che stavamo calando ho pensato di cambiare, purtroppo lì abbiamo preso gol”.

“Penso che anche oggi la squadra abbia fatto una buona partita – afferma Diego Fabbrini – non è facile, in Serie B spesso le partite sono decise dagli episodi che ci stanno dicendo contro. Capitano in una stagione momenti in cui le cose non girino, nel secondo tempo non siamo riusciti a tirare in porta ma abbiamo creato diverse occasioni. Nessuno è contento di questa partita ma dobbiamo rimanere tranquilli pensando a lavorare facendo il nostro meglio. Durante la partita abbiamo cambiato le posizioni, qualcosa sicuramente è mancato, non è sempre facile ci sono anche gli avversari, si difendevano e ripartivano. Sicuramente si poteva fare meglio ma ormai è andata, pensiamo alla prossima partita che sarà tra solo tre giorni. Sono un professionista, quando il mister mi chiede di giocare cerco di fare sempre del mio meglio”.

“Non siamo in un bel periodo – dichiara Danilo Quaranta – le cose non ci stanno girando bene, oggi non meritavamo la sconfitta. Siamo tutti uniti, ragioniamo partita per partita, da domani si riparte senza mollare di un centimetro. In difesa siamo 4 centrali, il mister fa le scelte, personalmente mi trovo bene sia con Botteghin che con Avlonitis. Peccato per il gol arrivato su una disattenzione dopo una punizione battuta veloce, domani con il mister ed il suo staff lo analizzeremo. Ci sono state diverse rotazioni, abbiamo doppi in tutti i ruoli, ma tutti si fanno trovare pronti“.

“Il modulo è importante più per gli altri che per noi – dichiara l’allenatore della Spal Pep Clotet – oggi siamo stati più conservativi, abbiamo analizzato l’Ascoli ed abbiamo pensato di mettergli maggiore pressione giocando a specchio. Era un po’ rischioso giocare così, l’entrata di Melchiorri ha dato maggiore spazio a Colombo, lui è giovane e lo fa bene. Mi è piaciuto molto il gioco dell’Ascoli, fare il pressing alto contro una squadra del genere è difficile, potevamo prendere le ripartenze. Volevamo una partita aperta, la paura di sbagliare poteva incidere ma non ne abbiamo avuto”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.