ASCOLI PICENO – Dopo la sosta per dare spazio alle nazionali, l’Ascoli Calcio si prepara a tornare in campo sabato 20 novembre a Pordenone. Mirko Eramo, appena diventato padre per la terza volta, fa il punto in casa bianconera.

“La settimana è iniziata nel migliore dei modi con la nascita di mia figlia Carlotta – le parole del centrocampista – un evento molto emozionante per me, nonostante sia la terzogenita; è stata la prima volta in cui sono stato vicino fisicamente a mia moglie, negli altri casi ero arrivato a cose fatte. L’emozione è stata ancor più forte per il fatto che sia nata ad Ascoli, cosa che mi lega ancora di più a questa città. Per quanto riguarda la partita col Pordenone, ci stiamo preparando al meglio e sicuramente continueremo sulla scia delle ultime due gare”.

“Sappiamo benissimo che non sarà una gara facile – continua Eramo – in questa categoria non ce ne sono, dobbiamo avere le antenne dritte, il Pordenone ha una classifica bugiarda, quindi dobbiamo affrontarlo col piglio giusto per cercare di portare a casa più punti possibile. Le insidie che nasconde questo match sono moltissime, affrontiamo una squadra affamata di punti e che vorrà riscattare un brutto avvio di campionato, ma dobbiamo pensare a quello che di buono vogliamo fare noi. Il mister ci ha chiesto di tenere altissima la concentrazione, siamo padroni del nostro destino e dobbiamo ottenere il massimo da ogni gara. Se giochiamo al 100% e manteniamo alta la concentrazione per 100’ possiamo dare fastidio a tutti”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.