ASCOLI PICENO – Sold out al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno per la “La Bohème” sabato 27 novembre. La stagione della Fondazione Rete Lirica delle Marche ha ripreso dunque ufficialmente il via con l’opera Puccini, che farà tappa anche al Teatro dell’Aquila di Fermo sabato 4 dicembre, con anteprima il 2 dicembre, e al Teatro Della Fortuna di Fano sabato 11 dicembre, con anteprima il 9 dicembre.

A firmare la regia di questa nuova produzione, realizzata insieme al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e il Teatro Sociale di Como, è Renata Scotto, soprano fra i più celebri del Novecento, star acclamata in tutto il mondo e interprete di Mimì e di Musetta. Le scene sono di Michele Olcese, i costumi di Concetta Nappi e le luci di Andrea Tocchio. A dirigere la Form Orchestra Filarmonica Marchigiana e il coro del Teatro Ventidio Basso, istruito da Giovanni Farina, è Giovanni Di Stefano. Nel ruolo della protagonista Mimì, si alternano Linda Campanella e Sarah Tisba, mentre Rodolfo è Matteo Desole. Nei panni di Musetta c’è la giovane e promettente Greta Doveri. Luca Galli, Andrea Patucelli, Paolo Ingrasciotta e Matteo Peirone sono rispettivamente Marcello, Colline, Schaunard e Benoit.

Un’interpretazione brillante, scandita da momenti ilari e frammenti drammatici, come la vita di ognuno di noi, che “La Bohème” si propone di raccontare. Molto apprezzate le performance di Mimì (Linda Campanella) e Rodolfo (Matteo Desole), nonché la regia di Renata Scotto, capace di portare sul palco tutta l’esperienza di una grande artista che più volte si è cimentata nei panni delle protagoniste femminili dell’opera.

Prima de “La Bohème”, dedicato agli studenti, è stato portato in scena nei teatri marchigiani “Il Rigoletto” di Verdi, mentre nel 2022 sarà possibile assistere a “L’Italiana in Algeri” di Rossini che, debutterà il 5 febbraio al Teatro Della Fortuna di Fano, con anteprima il 3 febbraio, spostandosi al Teatro dell’Aquila di Fermo il 12 febbraio, con anteprima il 10, e proseguendo al Teatro Ventidio Basso il 19 febbraio, con anteprima il 17.

Il cast sarà composto da giovani voci provenienti dall’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” di Pesaro, già ascoltati in molti teatri europei, come Nicolò Donini (Mustafà), Shanul Sharma (Lindoro), Francesca Di Sauro (Isabella), Giorgia Paci (Elvira), Pablo Galvèz (Haly) e Peter Sokolov (Taddeo). Completano il cast Mariangela Marini (Zulma) e l’attore Simone Tangolo, che sarà l’interprete del ruolo dell’Impresario aggiunto nella drammaturgia dalla regista Ligorio. La regia è affidata a un’artista in ascesa del teatro italiano, Cecilia Ligorio, regista, librettista, attrice e drammaturga veronese, con studi all’Accademia “Silvio D’Amico” di Roma. Sul podio dell’Orchestra Sinfonica “G. Rossini” ci sarà Ferdinando Sulla, le scene sono di Gregorio Zurla, i costumi di Vera Pierantoni Giua, le luci di Fabrizio Gobbi. Il coro è del Teatro Della Fortuna, preparato da Mirca Rosciani.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.