ASCOLI PICENO – Alle elezioni Provinciali la lista presentata dal centrodestra è stata esclusa perché carente di rappresentanza di donne.

Di seguito il commento di Anna Casini, consigliere della Regione Marche.

Il fatto non mi meraviglia perché è solo l’ennesima dimostrazione del loro atteggiamento misogino.

In giunta regionale siede una sola donna che inoltre non ha partecipato, neppure da remoto, alla presentazione del rapporto sulla violenza sulle donne.

È difficile stupirsi dopo aver ascoltato le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale “il padre deve dare le regole, la madre accudire”. Chissà cosa ne pensa la sua capa Meloni.

Non gioisco però perché l’esclusione di un soggetto politico da una competizione è una sconfitta della democrazia e sono ancora più dispiaciuta della motivazione, condivisa verosimilmente come sempre dalle donne della coalizione di centro destra.

Ora che le liste sono state formalmente approvate, faccio i miei complimenti al futuro presidente Sergio Loggi e a tutta la squadra che avrà l’onere e l’onore di guidare un ente, la Provincia, che malgrado le tante ferite, le pochissime risorse sia economiche che umane, ha continuato, grazie alla qualità professionale e al senso di responsabilità dei dipendenti di fornire servizi ai cittadini e che in futuro sarà chiamata ad affrontare sfide ancora più complesse.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.