ASCOLI PICENO – E’ stata presentata nella mattina di oggi 3 dicembre l’iniziativa che vede insieme il comune di Ascoli, l’Ascoli Calcio e Fainplast e che vedrà distribuire agli studenti delle scuole elementari e medie cittadine una maglietta del club bianconero. A portarle le circa 3mila maglie saranno i giocatori dell’Ascoli che a partire da gennaio visiteranno i vari istituti scolastici.

“Grazie al cavaliere Faraotti e all’Ascoli Calcio – le parole del sindaco Marco Fioravanti – La distribuzione delle magliette è anche un messaggio valoriale. L’Ascoli Calcio è un patrimonio della città, sugli spalti sono nati amori ed amicizia indissolubili. Non c’è solo un valore sportivo ma anche sociale, i tifosi sono stati in prima linea nell’emergenza terremoto ed in quella della pandemia. Con la società abbiamo un rapporto splendido, in un momento complicato patron Pulcinelli e gli altri soci hanno deciso di investire, anche grazie a Fainplast. Puntiamo sempre alla valorizzazione dell’Ascoli Calcio, grazie a Rozzi la città è diventata famosa. C’è anche un messaggio di condivisione in un momento straordinario di solitudine e individualismo: fa sentire accolti nella grande famiglia dell’Ascoli”.

“Complimenti per questa iniziative virtuose – dichiara l’assessore regionale Giorgia Latini – Nasce una bella sinergia tra aziende e scuola. Bisogna portare i valori dello sport alle nuove generazioni, c’è un messaggio identitario che serve a non perdere le tradizioni. Sappiamo i grandi valori che lo sport dà ai nostri ragazzi: un obiettivo si raggiunge se si va uniti nella stessa direzione”.

“C’è grande vicinanza con l’Ascoli Calcio e con Pulcinelli – afferma il fondatore e amministratore unico di Fainplast Battista Faraotti – Un grande amico e un gran lavoratore a cui vogliamo bene. L’idea è nata dai miei collaboratori e l’abbiamo sposata in pieno, è una bella iniziativa per i bambini, non tutti hanno la possibilità di acquistarla”.

“Grazie all’Ascoli Calcio e a Fainplast – chiosa l’assessore comunale alla pubblica istruzione Monica Acciarri – Questo regalo fatte alle bambine ed ai bambini non è solo un gesto simbolico, ma porta il senso della comunità, della squadra, del rispetto e della salute. Lo sport aiuta anche ad affrontare le problematiche di quella età dal bullismo alla sana alimentazione”.

“L’Ascoli Calcio e la città sono una cosa sola – aggiunge Nico Stallone, assessore allo sport – Per noi è un onore portare avanti questo progetto, è importante l’unione tra il club e i bambini. Come amministrazione siamo molto attenti a sport ed educazione; grazie a tutti, si vince quando si fa squadra”.

“Regalare le magliette può sembrare un gesto piccolo – dichiara il direttore generale dell’Ascoli Claudio Tanzi – Ma è un ancoraggio alla città, è un simbolo che rimane in casa. Il calcio è accoglienza e comunità, stiamo preparando altre iniziative per le scuole che sveleremo nei prossimi mesi”.

“Porto il saluto di tutta la società – conclude Domenico Verdone, responsabile marketing del club bianconero – Ricordo che quando abbiamo incontrato Faraotti per la sponsorizzazione abbiamo parlato solo un minuto dell’accordo, il resto del tempo abbiamo parlato di queste iniziative. Da gennaio distribuiremo queste 3mila magliette inviando una delegazione del club nelle scuole, per i ragazzi ci sarà anche un buono sconto del 20% da utilizzare nell’Ascoli Store”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.