Piceno grande protagonista all’assemblea nazionale della Cna dello scorso venerdì 10 dicembre, quando i rappresentanti della Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola impresa si sono riuniti all’auditorium della Concordia di Roma per il tradizionale rinnovo delle cariche della presidenza e del direttivo.

Nel corso del prossimo mandato il neopresidente nazionale Dario Costantini, 46enne piacentino chiamato a raccogliere l’eredità di Daniele Vaccarino, potrà infatti contare sul sostegno di Gino Sabatini, già presidente Cna Marche e membro della direzione nazionale, pronto a rimettersi in gioco nella confermata veste di vicepresidente.

Oltre all’imprenditore offidano e al prestigio della seconda carica della presidenza, il bilancio dell’assemblea romana si rivela decisamente positivo per la Cna di Ascoli, che potrà ora fare affidamento su altri due rappresentanti che contribuiranno a tenere alto il nome del Piceno tra i vertici dell’associazione. Si tratta di Arianna Trillini, già presidente della Cna Picena, e del sambenedettese Ilario Persiani, ex presidente Cna Pensionati Marche, entrambi eletti nel direttivo nazionale.

«Tre incarichi di grande rilievo – dichiara Francesco Balloni, direttore della Cna Picena – che confermano quanto di buono fatto dalla CNA Picena negli ultimi anni. La fiducia dell’assemblea rappresenta per noi un importante segno di riconoscimento. Vogliamo continuare in questa direzione, ripartendo insieme verso le sfide del futuro».

Ringraziando il presidente uscente Vaccarino per l’impegno dimostrato negli ultimi otto anni trascorsi al servizio dell’associazione, la Cna Picena rivolge un grande in bocca al lupo al neopresidente Costantini e ai suoi tre associati coinvolti a livello nazionale, nella convinzione che con le loro competenze potranno garantire un prezioso contributo nell’ottica di un costante sostegno alla piccole e medie imprese del territorio.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.