ASCOLI PICENO – A seguito dell’entrata delle Marche in zona gialla, cambiano le disposizioni nel settore della ristorazione.

Di seguito le nuove regole, schematizzate e diffuse dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi Fipe/Confcommercio, che consumatori e imprese sono tenuti a seguire da oggi, lunedì 20 dicembre.

  • Servizi di ristorazione

– nessuna limitazione oraria;
– non si applica il limite massimo di capienza di 4 persone allo stesso tavolo;
– la consumazione al bancone oppure al tavolo all’aperto è consentita anche in assenza di green pass;
– il consumo al tavolo al chiuso è consentito solo a chi sia in possesso del green pass c.d. rafforzato (no tampone) ad eccezione dei minori di 12 anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale, sulla base di idonea certificazione medica.

  • Mense e catering continuativo su base contrattuale, consentite con accesso ai lavoratori muniti di green pass;

 

  • Feste

– conseguenti a cerimonie civili o religiose: consentite, con la prescrizione secondo cui i partecipanti devono essere muniti di green pass ordinario;
– non conseguenti a cerimonie civili o religiose: consentite, con la prescrizione secondo cui i partecipanti devono essere muniti del green pass rafforzato.

  • Sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò , attività consentite anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differenti, con la prescrizione secondo cui è consentito l’accesso ai clienti muniti del green pass;

 

  • Sale da ballo, discoteche e locali assimilati 
    – attività consentite nel rispetto, tra le altre cose, del limite di capienza del 75% all’aperto e del 50% al chiuso;
    – sia all’aperto che al chiuso è prescritto il possesso del green pass rafforzato.

Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.