ANCONA – “Di questo passo vedo inevitabile il rischio della zona arancione“.

Queste le dichiarazioni, diffuse dall’Ansa Marche, dal presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, a margine della seduta odierna del Consiglio regionale.

“Aumentando di 6-7 numeri giornalieri l’area medica e di 1-2 unità la terapia intensiva – le parole del Governatore riportate dall’agenzia di stampa regionale – anche se i numeri non sono tantissimi rispetto a quello dei positivi, è pur vero che il cumulo delle quotidianità porta a raggiungere le percentuali stabilite con il decreto”.

Nell’ultima giornata sono 1.707 i positivi al Covid rilevati nelle Marche, una quota che fa salite l’incidenza dei casi positivi da 365,79 casi su 100mila abitanti di ieri a 423,80 casi odierni. “Qualche settimana fa parlando del Super Green pass – ha aggiunto Acquaroli – avevo detto che se poteva essere un incentivo alla vaccinazione non sarebbe servito per fermare il contagio. Purtroppo il numero dei contagi è elevatissimo anche se per fortuna a questo non corrisponde un numero elevatissimo di ricoveri ospedalieri, però è chiaro che aumentando la base dei contagi, una percentuale minima finisce o in area medica, o più raramente in terapia intensiva. Occorre comprendere come gestire questa fase”.

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.