ASCOLI PICENO – Il ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha registrato il “Marchio di Impresa” del Consorzio tutela e valorizzazione Oliva ascolana del Piceno Dop. Dopo l’approvazione della denominazione e il riconoscimento del Consorzio, da parte del ministero delle Politiche agricole, arriva ora anche la certificazione del Mise che lega il prodotto ai produttori associati.

A darne notizia è il vicepresidente della Regione Mirco Carloni, assessore all’Agricoltura. “Il riconoscimento tutela uno dei prodotti di eccellenza marchigiani dalle possibili speculazioni. Era un provvedimento atteso da anni e ringrazio i promotori del Consorzio per il risultato conseguito – afferma Carloni – L’oliva ascolana Dop entrerà a far parte, di diritto, dei percorsi del gusto che vogliamo creare attraverso il bando riservato ai Distretti del cibo. L’Ascolana Dop sarà protagonista di tutti i progetti di valorizzazione agroalimentare che la Regione Marche sta costruendo per rilanciare le aree interne e difendere i nostri interessi di produttori”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.