ASCOLI PICENO – Nella mattina di oggi 26 gennaio una delegazione dei club di Serie B, guidata dal presidente Mauro Balata, è stata ricevuta in udienza nell’Aula Paolo VI in Vaticano da Papa Francesco, guida spirituale che ha sempre ritenuto lo sport uno strumento di socialità e condivisione, oltre che un mezzo utile per promuovere azioni di responsabilità sociale. Un’esperienza toccante, intensa e umanamente costruttiva come ha definito Balata l’incontro di stamane.

Un incontro tanto importante quanto significativo per il club bianconero, che in Vaticano era stato col presidente Costantino Rozzi nello storico incontro con l’allora Pontefice Papa Giovanni Paolo II. Grande emozione quella manifestata oggi dal presidente Carlo Neri e dalla vice presidente Roberta Pulcinelli al cospetto del Sommo Pontefice, al quale hanno consegnato il gagliardetto dell’Ascoli Calcio. L’incontro si è concluso con la consegna a Papa Francesco da parte di Balata di un pallone della Serie BKT e di un’immagine della Vergine Maria quindi con la benedizione del Santo Padre alla delegazione e alle famiglie.

“E’ stata una grande emozione – ha commentato Balata – Tutta la Serie B ha voluto condividere con il Santo Padre la necessità di un profondo rinnovamento spirituale in un momento in cui il mondo vive un periodo estremamente difficile a causa di una pandemia che ha minato fortemente salute, relazioni e prospettive di molte persone. Questo appuntamento significa anche questo, l’incontro di chi vuole e si augura di ripartire al più presto lasciandosi alle spalle anni difficili anche attraverso il calcio, sport che unisce nei cortili, nei campetti fino agli stadi tante persone, come più volte rappresentato anche da Papa Francesco che ringrazio per la testimonianza, la disponibilità e l’affetto dimostrato durante la visita“.

 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.