ASCOLI PICENO – Ultimo appuntamento con “Ascolinscena” sabato 12 febbraio 2022 alle ore 21 presso il Teatro PalaFolli di Ascoli Piceno, la rassegna nazionale organizzata dalle compagnie Castoretto Libero, DonAttori, Li Freciute e Compagnia dei Folli.

Giunta alla XIV edizione, Ascolinscena è una rassegna di commedie e un concorso tra compagnie provenienti da tutta Italia. Sabato 12 febbraio, finalmente, concosceremo i vincitori dei premi 2021-2022, dopo una stagione che giunge senza nessuna interruzione alla sua conclusione. Nonostante le paure legate alla pandemia, gli spettatori sono stati presenti in modo sempre crescente, superando i numeri della scorsa edizione.

La serata delle premiazioni è un evento speciale per tutta la rassegna, prima di conoscere i vincitori, infatti, si svolgerà la III Edizione di “Avis in Corto”, concorso riservato a corti teatrali organizzato da Ascolinscena con l’Avis Provinciale di Ascoli Piceno.

Avis in Corto è nato dall’amicizia e collaborazione con Avis Provinciale di Ascoli Piceno come possibilità di tenere alta l’attenzione sulla donazione di sangue, gesto volontario, gratuito e libero che diventa stile di vita di altruismo e sensibilità nei confronti degli altri. L’idea è quella di selezionare tre corti teatrali, dalla lunghezza di massimo 15 minuti, che saranno messi in scena durante la serata di sabato 12 febbraio.

Dopo le tre esibizioni, il pubblico presente in sala avrà il compito di votare il corto preferito, stabilendo chi  vincerà la Goccia d’ Oro, la Goccia d’Argento e la Goccia di Bronzo, tre oggetti artigianali unici realizzati per Avis Provinciale dall’artista ascolana Barbara Tomassini.

I corti teatrali selezionati per l’Edizione di “Avis in Corto” 2022 sono:

  • “Beatrice” della Compagnia On-Fire Glitter di Locorotondo (Bari)
  • “Liberina Addolorata” della Compagnia Medem di Città di Castello (PG)
  • “Maschietto o Femminuccia?” della Compagnia Piano B Teatro di Como

Si tratta di tre monologhi interpretati da tre donne che, in modo originale e divertente, coinvolgeranno il pubblico nelle avventure di tre differenti personaggi femminili. Ad “Avis in Corto” negli anni passati sono stati presentati lavori veramente interessanti che, nel tempo di massimo 15 minuti, sono riusciti a coinvolgere e commuovere gli spettatori. Quest’anno la selezione è stata particolarmente difficile perché erano giunti alla commissione molti corti teatrali, a tematiche differenti.

Avis In Corto è una vera e propria rassegna che si inserisce in quella più lunga di Ascolinscena ma che negli anni sta acquistando una sua dignità tanto da diventare un bell’appuntamento per il pubblico ascolano.

La prima a salire sul palco sarà la Compagnia On-Fire Glitter di Locorotondo (BA) con il corto “Beatrice” interpretato da Simona Baracco Perrini. Sul palco prende vita un’insolita Beatrice dantesca che ribellandosi al Sommo Poeta rivendica libertà di pensiero e diritto di parola. Testo esilarante che fa l’occhiolino al noto personaggio letterario dando voce straordinariamente comica a una delle donne più cantate di sempre. Una piccola rivoluzione che rivela l’altro lato di una donna che “tanto gentile e tanto onesta pare”.

A seguire, il secondo corto in concorso sarà “Liberina Addolorata” con Giovanna Guariniello della Compagnia Medem di Città di Castello (PG). Liberina viene da un paese dell’entroterra fra Foggia e Benevento, di quelli in cui tutti si conoscono, dove le nonne insegnano alle bambine a togliere il malocchio. Liberina è una donna giovane e carina ma la vita la invecchia, la involgarisce. Alcuni stereotipi, tipo le frasi sgrammaticate, da cadenza, il neomelodico, fanno parte del suo personaggio, come i nomi, il rapporto con i santi, sono frutto di lunghe osservazioni dal vero e concedono al personaggio un’esasperazione ironica e leggera.

Ultimo corto in concorso è “Maschietto o femminuccia?” con Manuela Clerici della Compagnia Piano B di Como.  Uomini e donne sono davvero pianeti distanti? Questo monologo prova a rispondere a questa domanda in modo divertente e diretto, mettendo in luce pregi  e fragilità dell’uomo e della donna moderni.

I tre corti saranno votati dal pubblico in sala che decreterà i vincitori della Goccia d’Oro, la Goccia d’Argento e la Goccia di Bronzo che prevede anche un premio in denaro offerto da Avis Provinciale di Ascoli Piceno.

La serata procederà con la consegna dei Premi Ascolinscena 2021-2022, rassegna che si conclusa lo scorso 29 gennaio e che vedrà decretati i migliori spettacoli e le migliori interpretazioni attoriali. Ospiti in sala tutte le compagnie in concorso che dallo scorso ottobre sono stati ospiti del PalaFolli dando vita ad una delle più interessanti edizioni. Nonostante le paure legate alla pandemia, il pubblico della rassegna ascolana è cresciuto in numero, superando anche quello della scorsa edizione.

La serata avrà inizio alle ore 21. E’ possibile acquistare i biglietti, del costo di 10 euro presso il PalaFolli o chiedere informazioni allo 0736 352211.

Info: www.palafolli.it oppure 0736 352211


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.