COMUNANZA – Di seguito una nota stampa giunta in redazione l’11 febbraio dai sindacati e segretari provinciali.

In data odierna si è riunito il coordinamento Rsu insieme alle Segreterie Provinciali di Fim-Fiom-Uilm di Ascoli Piceno per discutere dello stabilimento Whirlpool di Comunanza.

Dopo aver analizzato la situazione attuale all’interno del sito siamo a ribadire la necessità di avere quanto prima delle risposte sul futuro immediato e prossimo della nostra fabbrica.

La nostra preoccupazione deriva dal fatto che non si intravedono investimenti strutturali previsti in parte nell’accordo scaduto il 31 dicembre scorso. Inoltre sono anni che non vengono prodotti nuovi modelli di lavabiancheria e l’avvicendarsi continuo di figure fondamentali che dovrebbero essere punti di riferimento dello stabilimento complica sicuramente il quadro già preoccupante della situazione unitamente ad una politica di riduzione di costi per certi versi eccessiva, sicuramente poco lungimirante.

Denunciamo la continua pressione sui lavoratori con ricorrenti richieste di aumenti di produttività legati esclusivamente alle prestazioni dei singoli. Pertanto invitiamo a tal proposito l’azienda, in considerazione del prossimo incontro, a fornire delle risposte esaustive al fine di scongiurare scenari che potrebbero danneggiare ulteriormente un territorio già fortemente provato dal sisma.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.