ASCOLI PICENO – il Comitato di Ascoli Piceno della Croce Rossa ricevute le richieste dice la Presidente Cristiana Biancucci,  sul come poter aiutare la popolazione ucraina ed invita la cittadinanza a partecipare alla campagna “Emergenza Ucraina”, canale unico ed esclusivo di aiuto umanitario per l’Ucraina.

Di fronte all’escalation che negli ultimi giorni ha coinvolto il Paese, la Croce Rossa, unitamente a Unhcr e Unicef, ha dato il via alla raccolta fondi che permetterà di finanziare le attività di sostegno alla popolazione civile.

Secondo l’Alto Commissario delle Nazioni Unite innumerevoli vite sarebbero a rischio. Si stima che 100.000 persone siano sfollate e 200.000 rifugiati abbiano già varcato le frontiere. La mancanza di acqua, cibo, elettricità e assistenza sanitaria aggravano le condizioni di chi resta nelle zone di guerra.

All’incremento delle violenze e delle richieste di aiuto, deve corrispondere un sostegno più forte della società civile europea, italiana e del Piceno.  Auspichiamo che Ascoli si confermi solidale e generosa con la comunità ucraina che vive anche nella nostra città.

Parenti ed amici dei nostri concittadini di origine ucraina sono stati catapultati in un conflitto a cui non possiamo rimanere indifferenti. Per loro, per noi stessi e per i principi di umanità, a cui Ascoli e l’Italia intera aderiscono senza titubanze, è nostro dovere morale aiutare, nel nostro piccolo, donando al numero solidale 45525.

Solo tramite questo canale diretto ed istituzionale con la Croce Rossa Ucraina possiamo assicurarci che il nostro contributo faccia la differenza nella vita quotidiana di tanti uomini, donne e bambini.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.