ASCOLI PICENO – Reduce dalle buone prestazioni delle ultime due gare contro Lecce e Frosinone che però hanno fruttato solamente un punto l’Ascoli si prepara alla trasferta di Ferrara in programma sabato 12 marzo alle 16.15. Marcel Buchel fa il punto in casa bianconera.

“La mia deviazione sul tiro di Boloca è stato un episodio sfortunato – afferma il centrocampista – arrivato dopo un’ottima prova da parte di tutta la squadra, fa male perché eravamo vicini al traguardo, poi, quando sei protagonista di una deviazione, è ancora peggio, ma l’importante è aver fatto un punto e un’ottima prova come era capitato a Lecce, dobbiamo dare continuità al lavoro e a questa prestazione. Mi sono trovato bene sia con Saric che con Caligara, li conosco bene, possiamo giocare tutti e tre insieme o variare a seconda del modulo. Sarà un finale di stagione importante, sicuramente difficile, ma una volta arrivati a questo punto penso che dobbiamo dare ancora quel qualcosa in più per portare a casa l’opportunità di giocarci qualcosa di importante. Anche le altre squadre hanno pressioni, non penso che noi ne abbiamo meno per via della salvezza già virtualmente acquisita. La società ha investito, ha costruito una squadra per stare dove siamo ora, quindi è giusto provarci e crederci fino alla fine. La B è migliorata tanto, il livello si è alzato, ci sono molte più squadre che stanno lì davanti“.

“Per tutto l’anno 10-12 squadre fanno continuamente a cambio di posizione in classifica – continua Buchel – vuol dire che il livello è aumentato. In più nella giornata no devi stare attento perché puoi perdere anche con l’ultima in classifica. Questo per dire che è un campionato difficile ed equilibrato. Uno lavora per arrivare a questo punto, poi durante la stagione non si sa mai che via prendi, quest’anno siamo partiti con un blocco squadra già fatto, ci sono stati ottimi acquisti, poi come sempre i risultati sono frutto del lavoro quotidiano col mister. Non mi aspettavo questo percorso, ma mi sono sempre detto ‘perché no?’, poi è chiaro che ci sono momenti diversi nell’arco di una stagione. Ci siamo e non possiamo nasconderlo, faremo di tutto per arrivarci. Sarà una partita molto difficile perché la Spal non è mai riuscita quest’anno ad avere continuità, è una squadra forte con giocatori di alta classifica, andremo lì con rispetto, speriamo di vincere come l’anno scorso. Il gol manca un po’, ci sto lavorando e finora ci sto riuscendo solo in allenamento, però l’importante è avere tanti uomini che hanno questa caratteristica di arrivare al gol. Spero di arrivarci anch’io, ma, l’ho sempre detto, mi piace fare gli assist e, potendo scegliere, preferisco fare l’ultimo passaggio”.


Copyright © 2024 Riviera Oggi, riproduzione riservata.