ASCOLI PICENO – Pietro Straccia, classe ’86, imprenditore sambenedettese appartenente alla terza generazione di un gruppo industriale attivo in svariati settori, dal turismo (Karma Resort) alla cartotecnica, passando per l’energia, è da ieri il nuovo presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Associazione degli Industriali della provincia di Ascoli Piceno.

Il mondo confindustriale degli under 40, riunito presso la storica sede di Palazzo Alvitreti, ha scelto una delle figure che negli ultimi anni più si è dimostrata attiva e dinamica nella vita del movimento, partecipando a numerose iniziative a livello nazionale e contribuendo al successo di altrettante in ambito locale. Quattro i cardini del piano operativo votato dall’assemblea ed incentrato su cultura d’impresa, internazionalizzazione, marketing e formazione.

Un programma di lavoro molto chiaro che è stato esposto dopo aver ripercorso alcune delle tappe fondamentali del suo percorso confindustriale e di aver ricordato le tante progettualità condotte con i colleghi imprenditori che lo hanno preceduto e affiancato come Franco Bucciarelli, Massimiliano Bachetti, Elisa Scendoni e Roberta Faraotti.

Da un lato temi che confermano e rafforzano il percorso già avviato nella precedente esperienza di vice presidente, dall’altro nuovi obiettivi che si aggiungono e che presto si intrecceranno ai primi grazie al supporto di una nuova squadra coesa e dinamica: Loris Testa (Soltec Srl) in qualità di vice presidente e gli altri consiglieri, ossia Marco Amadio (Amadio Meccanica Srl), Paolo Antognozzi (ApBroker), Yuri Gaspari (Gaspari Gabriele Srl), Riccardo Traini (Traini Ecoservice Srl) e Marianna Velenosi (Velenosi Srl).

“Malgrado il 2021 sia stato un anno di ripresa anche per l’economia regionale – ha dichiarato Straccia – dopo gli impatti fortemente negativi della pandemia, l’aumento spropositato del costo delle materie prime e le enormi difficoltà per il loro reperimento, il sostanziale blocco dell’export marchigiano verso i Paesi coinvolti nel conflitto, hanno profondamente mutato, purtroppo in peggio, lo scenario e le prospettive di crescita. In una fase così delicata per l’economia e per la società, in cui tornano ad addensarsi le nubi di vecchie paure, non possiamo, anzi, non dobbiamo sottrarci all’impegno e alla responsabilità dimenticando che il futuro siamo noi, con la nostra libertà, il nostro coraggio, la nostra volontà di disegnare e costruire insieme, giorno dopo giorno, un mondo e una società migliori.”

A questo appuntamento, alla presenza dei presidenti dei Giovani Imprenditori provenienti da tutte le Marche e da fuori regione tra cui Massimiliano Bachetti, attuale presidente Giovani Imprenditori di Confindustria Marche ed il presidente del movimento a livello nazionale, Riccardo Di Stefano, che ha portato il suo saluto alla platea.

“Essere giovani imprenditori in questi anni significa sommare alle incertezze storiche una nuova ondata di fattori di imprevedibilità – ha detto Di Stefano – Ciò nonostante, in questo contesto, sono proprio i giovani ad essere chiamati ad una maggiore resilienza. Se riusciremo nella sfida di attuare in maniera rapida ed efficace il PNRR potremo introdurre nel sistema economico nuovi lavoratori competenti ed imprenditori capaci e volenterosi di rischiare per la crescita del Paese. Siamo convinti che, anche in questa occasione i giovani possano dare un importante contributo di innovazione e senso di responsabilità”

Tra le varie personalità ospiti dell’Assemblea e della cena al termine dei lavori, il presidente pro tempore, Francesco Gaspari, accompagnato da numerosi altri imprenditori senior, il sindaco di Ascoli Piceno, Marco Fioravanti e il sindaco di San Benedetto del Tronto, Antonio Spazzafumo.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.