ANCONA – “Ringraziamo l’Assessore alla sanita’ della regione Marche per avere immediatamente disposto , dopo la decisione dell’ Aifa , la distribuzione  in Dpc   nelle nostre farmacie dei farmaci antivirali per il trattamento del Covid-19” questa la prima positiva valutazione del presidente di Federfarma Marche Andrea Avitabile .

“E’ la conferma della   fiducia riposta nelle farmacie ed anche il giusto riconoscimento per l’impegno profuso  nel periodo pandemico – prosegue Avitabile –  sottolineando che tale  decisione semplifica l’accesso ai farmaci antivirali e apre una fase nuova nel contrasto alla pandemia, perché incardina sul territorio le attività di prescrizione e dispensazione di questi medicinali, con il pieno coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei farmacisti che distribuiranno senza alcun compenso per la prestazione e saranno preventivamente formati   ”.

“Le farmacie dimostrano, ancora una volta, di operare con grande senso di responsabilità nei confronti della collettività , fornendo risposte    ai nuovi bisogni di salute emersi nelle varie fasi della pandemia” sottolinea Marco Meconi , che da vice presidente di Federfarma Marche   reca anche il pensiero delle farmacie rurali . “ Anche le farmacie ubicate nelle aree interne della nostra regione , distanti dai centri ospedalieri,   sono pronte a garantire gratuitamente la dispensazione del Paxlovid, nell’intento di  assicurare la tempestività del trattamento con gli antivirali orali, rivelatasi , su prescrizione dei medici di medicina generale,  fondamentali per il buon esito della cura”. 
Opinioni condivise dai  presidenti provinciali Gianni D’Aurizio per Ascoli Piceno, Paolo Sacripanti per Fermo, Ida Kazcmarek per Macerata. Andrea Avitabile per Ancona  e Stefano Golinelli per Pesaro Urbino   che precisano  “la distribuzione in farmacia di prodotti  innovativi è connaturata alla specifica professionalità del farmacista, che svolge un importante ruolo nel monitoraggio dell’aderenza alla terapia e nell’attività di farmacovigilanza   grazie all’esclusivo rapporto quotidiano di fiducia e prossimità con il cittadino”.  “E’ già questa l’ennesima sfida – sottolineano gli esponenti di Federfarma Marche – per modernizzare ulteriormente il ruolo della farmacia e impegnarsi per la definitiva affermazione della “farmacia dei servizi” che, anche nelle Marche ,  potrà supportare al meglio il sistema sanitario regionale , migliorando l’approccio alla salute , con  risposte concrete ai bisogni dei cittadini”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.