ANCONA – Venerdì 20 maggio, alle ore 9.30, lo Europe Direct Regione Marche invita tutti alla Festa dell’Europa.

L’evento si svolgerà in forma mista: in presenza presso la Sala di Palazzo Raffaello della Regione Marche, on-line collegandosi al link https://tinyurl.com/3x3kkpnb .

Come tutte le feste dell’Europa che si svolgono in questo periodo, vuole anzitutto ricordare la firma della storica Dichiarazione Schuman (9 maggio 1950) che segna la nascita di ciò che diventerà in seguito l’Unione Europea. L’iniziativa è stata realizzata dallo Europe Direct Regione Marche in collaborazione con: l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, le scuole marchigiane che nell’anno scolastico 2021/2022 hanno aderito al Progetto Epas (European Parliament Ambassador School), la Commissione europea e il Parlamento europeo. Il progetto – promosso dal Parlamento Europeo in Italia – ha l’obiettivo di informare i giovani sull’UE e le opportunità che offre loro, sulle sue attività e quelle dei deputati europei. Agli studenti coinvolti dà la possibilità di comprendere i propri diritti di cittadini dell’UE, di scoprire in che modo partecipare attivamente ai processi democratici dell’UE e di farsi portavoce nel proprio ambiente scolastico e verso i loro coetanei diventando così degli Ambasciatori del Parlamento Europeo!

Ben 5 scuole marchigiane quest’anno sono diventate Scuole Ambasciatrici grazie a questo progetto: l’I.I.S. “Savoia Benincasa” di Ancona, il Liceo Statale “Medi” di Senigallia, l’Istituto Tecnico Economico “Gentili” e il Liceo Classico-Linguistico “Leopardi” di Macerata, l’I.I.S. “Urbani” di Porto Sant’Elpidio e Montegiorgio.

L’evento ha inoltre come titolo Buon Compleanno Erasmus in quanto intende anche festeggiare i 35 anni dell’Erasmus+, il programma che ha cambiato il modo in cui i cittadini percepiscono l’Europa e che ha contribuito a formare una vera generazione di cittadini europei. Erasmus+ offre l’opportunità di: studiare, formarsi, insegnare e svolgere tirocini o esperienze di volontariato all’estero; realizzare attività di cooperazione tra istituti scolastici in tutta Europa; intensificare la collaborazione tra il mondo del lavoro e quello dell’istruzione. Dal 1987, questo programma ha permesso a 12 milioni di cittadini di studiare e formarsi in Europa. Di questi, 600 mila sono stati studenti italiani che hanno vissuto un’esperienza Erasmus fuori dai confini nazionali.

Infine, la Festa dell’Europa s’inquadra nell’ambito nell’Anno Europeo dei Giovani (https://europa.eu/youth/year-of-youth_it). L’Europa ha dedicato a loro il 2022, per puntare i riflettori sull’importanza della gioventù europea nella costruzione di un futuro migliore: più verde, più inclusivo e più digitale.

L’evento vedrà anche la partecipazione dell’Assessore Regionale Guido Castelli – che è anche membro del Comitato Europeo delle Regioni – e da altre autorità in rappresentanza del Parlamento Europeo, Commissione Europea e dell’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.