ASCOLI – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 20 maggio, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Ascoli Piceno.

Nella tarda serata di ieri, in Ascoli Piceno, i Carabinieri della locale Compagnia, sono intervenuti su un incidente stradale tra un furgone, con a bordo quattro persone, e una moto condotta da un uomo di 33 anni residente nel Piceno il quale, purtroppo, decedeva sul colpo a seguito dei traumi riportati per il violento impatto frontale con il mezzo, alla cui guida vi era un 45enne operaio edile residente nel foggiano.

Il nostro articolo precedente

Scontro tra furgone e moto sulla Salaria vicino ad Ascoli, un morto e tre feriti

I Carabinieri intervenuti hanno eseguito tutti gli accertamenti del caso, procedendo ad effettuare l’esame etilometrico al conducente del mezzo che è risultato positivo, avendo un tasso alcolemico sei volte superiore al limite consentito.

Considerati i rilievi eseguiti in base ai quali si sarebbe accertato che il furgone avrebbe invaso completamente la corsia opposta di marcia su una semicurva a destra e il risultato dell’alcoltest, l’uomo è stato dichiarato in arresto per omicidio stradale in stato di ebbrezza alcolica e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ascoli Piceno che ha disposto gli arresti domiciliari.

La patente di guida è stata ritirata e i mezzi posti sotto sequestro. L’arrestato sarà interrogato nei prossimi giorni da Gip del Tribunale di Ascoli Piceno a cui potrà fornire la propria versione dei fatti.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.