ASCOLI PICENO – Allo Stadio “Del Duca” di Ascoli Piceno in un caldo martedì  di giugno, l’Italia ha batutto la Repubblica d’Irlanda 4 a 1 e chiude da prima del girone.

Gara valida per l’ultimo match del gruppo F di qualificazione alla fase finale degli Europei Under 21 che si terrà nel 2023 in Georgia e Romania, gli azzurrini parteciperanno così alla competizione con grandi aspettative.

Le reti sono state di Rovella su rigore,  Cambiaghi, Pellegri e Quagliata intervallato dal rigore realizzato da Coventry

Al termine in sala stampa il ct Nicolato: “Soddisfatto non tanto del risultato ma non era giusto essere così in bilico abbiamo fatto esordire e giocare 49 giocatori, c’è stata una continua evoluzione che è venuta fuori. Dalle sofferenze siamo usciti con grande forza e  una partita di ottimo livello. In questi due anni e 10 partite di qualificazione e 2 amichevoli credo che ci siano dei giocatori bravi e con un pò di curiosità e coraggio si trovano. Credo che bisogna avere coraggio ci credere in loro senza opportunità non ci sta possibilità. Un grande lavoro di staff. Un squadra che non ha mai avuto paura di mettersi in discussione. A livello europeo dobbiamo crescere in numeri. La situazione italiana è particolare ci sono ragazzi giovani bravi ma non sono tantissimi, dobbiamo far giocare alcuni ragazzi che nei club giocano poco. Abbiamo giocato tre partite con alcuni che si sono fatti male altri che sono tornati a casa perchè stanchi, le convocazioni della nazionale A. La soddisfazione è grande abbiamo superato la prova. Dobbiamo essere fortunati nel sorteggio e con giocatori che stanno bene. Moduli e strategie le facciamo in base ai ragazzi che consideriamo migliori e in condizione, ho sposato questa linea  perchè dobbiamo utilizzare chi abbiamo a disposizione.  Dobbiamo riflettere che un sistema che non ha cura dei propri giovani non ha futuro.”


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.