MONTEDINOVE – Una giornata per conoscere il primo biodistretto di prossimità del Piceno, sarà quella di domenica prossima 19 giugno presso le vigne di Clementina Fabi a Montedinove.

Nella verdeggiante tenuta e annessa cantina in contrada Franile, lungo la strada proveniente dalla Valtesino, i lavori del mattino inizieranno alle ore 10 con un interessante convegno promosso dall’AIAB sul ruolo degli enti locali per la promozione dell’agrobiodiversità dei semi e dei prodotti della tradizione. Fondato lo scorso 31 marzo a Carassai con l’adesione di 14 comuni delle Province di Ascoli, Fermo e Macerata, 60 aziende agricole, 18 ristoranti e gruppi di acquisto solidali (GAS), il Biodistretto Picenum  si prefigge  di mettere in rete istituzioni e agricoltori per lo sviluppo sostenibile e il recupero delle sana alimentazione della civiltà contadina, annovera come referenti Enzo Malavolta e Loretta Di Maulo, che interverranno insieme alla vicepresidente Aiab Marche Cristina Murri, al sindaco Antonio Del Duca, l’assessore regionale Mirco Carloni, gli amministratori di Cupra e Offida, Lucio Spina e Luigi Massa. Il variegato paniere dei prodotti verrà presentato da Mauro Mariani, medico angiologo docente dell’Università Cusano. 

 

Alle ore 12.30 è previsto un pranzo conviviale per gli intervenuti che potranno degustare i prodotti bio locali, dal vino all’olio, dai farinacei ai legumi, frutta, verdura e carni lavorate nel rispetto dei protocolli naturali, dunque senza pesticidi né Ogm, con l’utilizzo di materie prime tracciate del territorio, concimi e fertilizzanti eco sostenibili che non danneggiano l’ambiente, riconoscibili dal marchio e certificato “Bio” europeo. 

 

Nel pomeriggio alle ore 15.30 si proseguirà con una tavola rotonda aperta al dibattito dal titolo “Come costruire un distretto biologico nel Piceno”. A moderare sarà l’esperto in filiere corte Wigwam Avelio Marini, parteciperanno il funzionario regionale Ferruccio Luciani, i genetisti Salvatore Ceccareli e Stefania Grando, il presidente del Distretto Biologico unico delle Marche Giovanni Girolomoni, insieme ai referenti dei Gas Gruppi di Acquisto Solidali e del CTL rete dei comuni De.Co., Paolo Agostini porterà la sua esperienza nella ristorazione scolastica, in chiusura Noris Rocchi per l’Accademia dei Raffrontati Erranti 1594 farà da divulgatore sulle proprietà e uso delle erbe spontanee.  Per tutto il giorno sarà possibile acquistare a “km 0” nella mostra mercato delle 60 aziende socie. 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.