ASCOLI PICENO – Secondo l’Oms le infezioni sessualmente trasmissibili (Ist) e le gravidanze indesiderate figurano tra i principali problemi sociali ed economici degli adolescenti di tutto il mondo.

Inoltre, molte delle più recenti indagini sui comportamenti giovanili, evidenziano una scarsa consapevolezza dei rischi legati ai rapporti sessuali non protetti o sganciati da scelte responsabili e condivise.

Alla luce di questo quadro l’Uosd, in collaborazione con il Consultorio Familiare della Area vasta 5 e gli Ambiti Territoriali Sociali della Provincia di Ascoli, ha attivato negli Istituti Scolastici Comprensivi del territorio dell’Area Vasta 5  il progetto “Ist e Contraccezione“, con l’obiettivo di accrescere le capacità degli studenti nell’effettuare scelte consapevoli e rispettose di sé e dell’altro.

Gli studenti frequentanti le classi terze degli Istituti Secondari di I grado della Provincia di Ascoli che hanno aderito al progetto hanno incontrato una psicologa e due ostetriche, con le quali hanno potuto confrontarsi in maniera aperta, chiara e scientificamente corretta sulle infezioni sessualmente trasmissibili.

Altri temi dell’incontro sono stati: i principali metodi contraccettivi, nonché i cambiamenti sessuali, psicologici e sociali del periodo adolescenziale.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.