ACQUASANTA TERME – Si è svolta venerdì 1 luglio la presentazione e l’apertura del cantiere per la realizzazione di una struttura polifunzionale donata dalla Cnce, Commissione Paritetica delle casse edili.

Il sistema delle casse edili in collaborazione con la Cedam, la cassa edile artigiana delle Marche, ha subito mostrato una grande solidarietà, che oggi si è concretizzata con l’apertura del cantiere. Sono intervenuti il Presidente della Cnce Carlo Trestini,   i consiglieri di amministrazione Antonio Di Franco e Francesco Sannito, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali.

La Cnce ha donato una struttura per ogni Regione colpita dal sisma, il cantiere di Acquasanta Terme é stato il primo ad essere aperto nel cratere ed è stato esempio di positiva collaborazione tra il comune di Acquasanta Terme, la Cassa Edile di Ascoli Piceno e Fermo e la Cedam e la Cnce Nazionale.

Il Presidente della Cassa Edile Lanfranco Ceroni ha ringraziato tutti i presenti e le aziende che porteranno avanti i lavori: Panichi, Saitec e Turla, auspicando di poter vedere realizzata la struttura prima della fine dell’anno. La vicepresidente della Cassa Edile, Paola Senesi, ha ricordato che è importante dare un segnale concreto di ripartenza nel cratere, perché ci sia lavoro di qualità e lavoro sicuro.
“Come Sindaco di Acquasanta non posso fare altro che ringraziare tutte le parti intervenute – spiega il sindaco Sante Stangoni -considero questa donazione indispensabile per il territorio, anche alla luce delle difficoltà avute per arrivare all’apertura del cantiere. Nessun intervento è semplice, ma l’importante è raggiungere l’obiettivo“.

Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.