ANCONA – “La prima cosa da fare per non sprecare le opportunità e le ingenti risorse è rendere  semplice l’accesso ai bandi. Per farlo, ci sono solo due strade: scriverli in maniera  comprensibile a imprenditori e amministratori, fornire l’assistenza necessaria” sottolinea il  presidente della Svem Marche, Andrea Santori.  

La Società di Sviluppo delle Marche è partner fondamentale della Regione guidata dal  presidente Francesco Acquaroli nella gestione del Fondo complementare al Pnrr per le aree  danneggiate dai terremoti del 2009 e del 2016 nel centro Italia.  

“Il primo supporto – riprende Santori – viene dal portale internet nextappenino.gov.it  attraverso il quale i cittadini, le imprese e le amministrazioni pubbliche potranno informarsi  ed accedere alle risorse e alle agevolazioni”.  

Attraverso nextappennino.gov.it sono disponibili per le imprese, le associazioni del terzo  settore, i professionisti, i bandi pubblici gestiti da Unioncamere e Invitalia. “A disposizione  per il cratere marchigiano ci sono 300 milioni di euro”.  

I bandi a disposizione sono dieci e riguardano molteplici tipologie di investimenti delle micro,  piccole, medie e grandi imprese: transizione ambientale, la valorizzazione dei beni artistici,  ambientali e culturali, delle produzioni locali, l’inclusione sociale, l’occupazione dei giovani  e delle donne, l’economia circolare, lo sport, le filiere agroalimentari e il riciclo delle macerie.  “Sono due le strade di accesso ai bandi. C’è una corsia preferenziale, con una procedura a  sportello, per le imprese del cratere che hanno subito danni dal sisma, e una a graduatoria.  Una volta acquisiti i progetti e definita la classifica si procederà all’assegnazione delle  risorse, come da cronoprogramma, entro la fine del 2022” ricorda la Svem.  

Il sito nextappennino.gov.it contiene le informazioni dettagliate e le schede su ogni singolo  bando, i riferimenti degli sportelli regionali, la normativa di riferimento, le ultime notizie sulla  ricostruzione ed i progetti finanziati dal programma, sarà possibile l’accesso diretto ai bandi  gestiti da Invitalia e Unioncamere, avvalendosi anche degli sportelli delle agenzie regionali  di sviluppo.  

Non solo il portale, fondamentale è anche essere guidati nella compilazione e nella  comprensione di quanto è stato scritto all’interno dei dieci bandi a disposizione. “Per questo  – prosegue il presidente della Svem presentando il secondo supporto ad aziende e  amministrazioni in accordo con regione e Camera di Commercio delle Marche – mettiamo  a disposizione gratuitamente tre professionisti, uno per provincia. Ad Ascoli Piceno e  Macerata l’ufficio si trova all’interno dell’Ufficio Ricostruzione, a Fermo invece nella sede  della Provincia.  

Le domande potranno essere presentate a partire dal 15 settembre e fino al 15 ottobre 2022. 


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.