ASCOLI PICENO –  Le prime giornate di campionato hanno visto una buona affluenza di pubblico sugli spalti dello Stadio Del Duca, dove però alcuni ultras del Picchio si sono resi protagonisti di comportamenti pericolosi, che la Polizia di Stato non ha potuto fare a meno di notare.

In particolare, in occasione della prima di campionato Ascoli-Ternana, è stato rilevato un numero elevato di artifici pirici accesi sugli spalti durante l’incontro, oltre che la pericolosa esplosione di un potente petardo nell’impianto.

Al fine di prevenire il ripetersi delle predette situazioni, in occasione della seconda gara casalinga, Ascoli-SPAL, è stato predisposto un servizio di filtraggio rafforzato all’ingresso dell’impianto e due tifosi, di 38 e 18 anni, venivano trovati in possesso di artifizi pirotecnici; il Questore Massimo Modeo ha disposto per entrambi due provvedimenti di DASPO per la durata di 1 anno.

Dall’analisi dei filmati veniva inoltre individuato il responsabile dell’accensione delle bombe carta. Avendo già acceso petardi nel match casalingo precedente (14 agosto), a un 50enne ascolano, noto frequentatore della curva, sono state inflitte conseguenze penali ed è scattato un provvedimento DASPO per 3 anni.

Al fine di evitare il ripetersi di simili situazioni, anche nelle prossime giornate di campionato saranno mantenuti i controlli rafforzati all’ingresso dei settori dello stadio.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.