ASCOLI PICENO – L’associazione Arte Contemporanea Picena, insieme allo sponsor Fainplast e al comune di Ascoli Piceno, ha annunciato il vincitore della seconda edizione del Premio Osvaldo Licini by Fainplast: si tratta dell’artista Riccardo Baruzzi.
Il focus del Premio Osvaldo Licini by Fainplast, premio fortemente radicato nel territorio, ma allo stesso tempo dal respiro internazionale, ispirato dall’opera del grande maestro marchigiano, protagonista dell’arte italiana del XX secolo, è la pittura, medium d’elezione. Questa è stata la motivazione per cui è stato assegnato il premio a Baruzzi: “La produzione di Baruzzi, attraverso la pittura e il disegno, persegue un’indagine sulle molteplici possibilità della rappresentazione tra figurazione e sintesi astratta. Il mezzo pittorico è spesso affiancato da performance e interventi installativi in un gioco di sovrapposizioni arrivando a mettere in crisi l’univocità dell’oggetto d’arte”. La selezione dei candidati alla seconda edizione del Premio è stato un lavoro corale a cui ha partecipato un nutrito gruppo di professionisti e specialisti del mondo dell’arte e di direttori e curatori di prestigiosi musei. Baruzzi è stato selezionato tra gli altri quattro finalisti Paola Angelini, Andrea Barzaghi, Maria Morganti e Matteo Montani, tutti artisti che vantano una produzione di altissimo livello, con presenze in alcune importanti collezioni pubbliche e private e rilevanti partecipazioni a prestigiose esposizioni.
Oltre a ottenere un compenso in denaro, Riccardo Baruzzi avrà l’opportunità di vedere realizzata una sua mostra personale, con relativo catalogo, a cura di Alessandro Zechini, Direttore artistico dell’associazione Arte Contemporanea Picena, che inaugurerà il 2 dicembre, dopo un periodo di residenza, nei suggestivi spazi della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno. La volontà di collocare Ascoli Piceno al centro del dibattito artistico contemporaneo è espressa anche dal coinvolgimento dello sponsor Fainplast, azienda ascolana leader mondiale nella produzione di compound, che da sempre sostiene e valorizza l’arte, la storia e la cultura del territorio.
Sono onorato di essere il vincitore, non vedo l’ora di mettermi al lavoro per la mostra. Ho parecchie idee e pensieri che affollano la mente: in primis interagire con un artista come Osvaldo Licini. Ascoli Piceno è una città incantevole. Guardandosi intorno ci si sente accolti e protetti, le piazze paiono delle grandi sale dove incontrarsi e parlare tra sconosciuti – ha dichiarato Riccardo Baruzzi.
Siamo onorati di poter sostenere la seconda edizione del premio, nato con l’obiettivo condiviso da tutti i soggetti coinvolti di creare un’iniziativa che possa crescere nel corso degli anni e richiamare visitatori e turisti in città. L’importanza di questa rassegna è confermata quest’anno anche dall’adesione di un importante partner come Arte Fiera, che ha scelto di affiancare il premio nella selezione di uno dei finalisti – ha commentato Roberta Faraotti che, insieme al fratello Daniele e al padre Battista, è alla guida della Fainplast.
Ascoli è particolarmente apprezzata per il pregevole patrimonio storico-artistico conservato nei musei del territorio, ma ha tutte le carte in regola per diventare anche un punto di riferimento per l’arte contemporanea e grazie al Premio Osvaldo Licini by Fainplast sono certo che ciò potrà avverarsi -ha affermato il sindaco di Ascoli Piceno, Marco Fioravanti.

Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.