ASCOLI PICENO – Dalla prossima settimana i marchigiani ultrasessantenni  ed anche i cosiddetti soggetti  “fragili” potranno sottoporsi, previa prenotazione,  in una delle quasi 200 farmacie aderenti alla campagna di immunizzazione,  alla quarta  dose (secondo booster), infatti riceveranno il vaccino anti-Covid 19 nella nuova formulazione bivalente, aggiornata alla copertura della variante Omicron Ba.1.

Notevole è la soddisfazione di Federfarma Marche per proseguire in una esperienza di farmacisti vaccinatori che ha dato positivi riscontri, lo attestano le    parole del presidente Andrea Avitabile “  è l’ennesima conferma del ruolo fondamentale svolto dalle nostre farmacie in questa pandemia , fino ad oggi  questi autentici presidi di sanità sul territorio hanno superato oltre 100.00 inoculazioni, tra prime, seconde, terze   dosi”.

“Ancora una volta, le farmacie marchigiane  si mettono a disposizione della Regione e dei cittadini, recano il proprio contributo anche in questa nuova fase della campagna vaccinale” sottolinea Avitabile, presidente del sindacato degli oltre 500 titolari  di farmacia.

“Il nostro auspicio è che l’arrivo dei vaccini aggiornati alla variante Omicron 1 contribuisca a convincere chi ancora non avesse eseguito le dosi di richiamo consigliate”, è il pensiero di Marco Meconi ,  referente dei farmacisti rurali, che pone l’accento sul fatto che “ la nostra regione ha molte aree interne distanti dalle strutture ospedaliere, in questi territori la farmacia rappresenta il riferimento di fiducia per il cittadino, specie anziani e soggetti fragili”.

Le farmacie territoriali”  conclude Patrizia Righetti  presidente di Federfarma Ascoli  “grazie alla loro prossimità, alla competenza e alla capacità di rassicurare gli utenti, si adopereranno per rendere questo ennesimo appuntamento con la vaccinazione un’esperienza serena”.


Copyright © 2022 Riviera Oggi, riproduzione riservata.