COSSIGNANO – Sabato 15 e domenica 16 ottobre tornano, per l’undicesima edizione, le Giornate Fai d’Autunno, il grande evento di piazza che il Fai dedica ogni anno al patrimonio culturale e paesaggistico italiano.

Tra i protagonisti sul territorio piceno c’è il borgo di Cossignano, che sarà teatro di due aperture, grazie all’impegno dei volontari del gruppo Fai Giovani San Benedetto.

Le Giornate Fai d’Autunno hanno l’obiettivo di svelare agli italiani la ricchezza e la varietà del patrimonio di storia, arte e natura che si trova in ogni angolo del nostro Paese, che non consiste solo nei grandi monumenti o nei musei, ma in tanti edifici e luoghi speciali che custodiscono e testimoniano storie, culture e tradizioni che sono il nostro patrimonio.

Il sindaco di Cossignano, Roberto Luciani, si è detto: “Onorato di ospitare il Fai: cercheremo di corrispondere nel modo migliore alla scelta fatta dalla Fondazione. Cossignano ha l’onere e l’onore di ospitare delle incredibili bellezze architettoniche, artistiche e archeologiche, come ad esempio le opere custodite in questa chiesa”.

Ilario Di Luca, capogruppo Fai Giovani San Benedetto, aggiunge: “Il nostro gruppo si è sempre distinto per l’attenzione al territorio piceno; per noi questa è la prima apertura di un borgo, dopo aver aperto riserve naturali, edifici storici e piazze, e la scelta di Cossignano si pone in linea con gli eventi già organizzati quest’anno, con al centro il rapporto tra il borgo e il paesaggio”. 

Le visite saranno organizzate in turni ogni 30 minuti senza prenotazione: sia sabato 15 che domenica 16 la mattina il primo turno partirà alle ore 10 e l’ultimo alle 12:30, il pomeriggio il primo turno partirà alle ore 15 e l’ultimo alle 17:30.

Per l’elenco completo dei luoghi visitabili durante le Giornate Fai (nel Piceno si segnalano anche i giardini di Palazzo Saladini Pilastri e di Palazzo De Angelis ad Ascoli) e ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.giornatefai.it.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.