ASCOLI PICENO – Undicesima edizione delle Giornate FAI d’autunno, il grande evento che il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS dedica ogni autunno al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro paese, promosso dai Gruppi FAI Giovani, con la partecipazione di tutte le Delegazioni, i Gruppi FAI e i Gruppi FAI Ponte tra culture.

Sabato 15 e domenica 16 ottobre, oltre 5.000 tra delegati e volontari FAI saranno pronti, dunque, a mostrare a tutti gli italiani le bellezze dell’Italia e, per l’occasione, ad Ascoli Piceno saranno aperte, per gli iscritti FAI e per chi effettuerà l’iscrizione in loco, le porte di due beni, a cura della Delegazione e del Gruppo Giovani: il giardino di Palazzo Saladini-Pilastri e il giardino di Palazzo De Angelis, tappe di un itinerario nei giardini storici della città.

Il palazzo Saladini Pilastri si trova in pieno centro storico, su una delle strade più antiche ed importanti, a conferma del prestigio dell’antica famiglia Saladini Pilastri che lo fece erigere nel XVI secolo. Il grande giardino, a cui si accede da uno dei portali, arriva fino alla sponda del fiume Tronto che scorre più in basso. Con i suoi 8.500 mq circa di superficie, è un piccolo parco in piena città, dove, oltre a un ampio parterre, alla coffe house e a vari elementi architettonici, sorgono due ampie vasche ipogee e due pozzi.

Il giardino di Palazzo De Angelis Corvi, situato anch’esso nel cuore della città, è racchiuso tra il fabbricato dello stesso palazzo a nord, un alto muro di recinzione a est e gli edifici che costituiscono il serrato tessuto urbano del centro storico a sud e a ovest. Le notizie del primo impianto del palazzo risalgono al 1500 e, fino al 1830, appartenne a un’unica famiglia; tra 1888 al 1890 il palazzo assunse poi la struttura che presenta oggi attraverso una serie di lavori di ristrutturazione e ampliamento. Dall’androne si accede al giardino interno, dove si erge, su un prato circondato da piante di rose, siepi di alloro, lecci e arbusti fioriti, un esemplare di magnolia grandiflora; sul fondo, inoltre, si trova una piccola costruzione già presente in molti altri giardini dell’epoca, destinata alla conservazione di provviste.

“Per ringraziare i tanti fedelissimi cittadini, che con la loro iscrizione sostengono il lavoro del Fai, apriremo la corte interna del Palazzo De Angelis Corvi. Grazie al sindaco Marco Fioravanti e al barone Stanislao De Angelis Corvi, che generosamente condivide con il FAI il giardino della sua dimora – ha dichiarato Alessandra Stipa, presidente FAI Marche.

“L’apertura del Giardino Saladini Pilastri è un evento unico, sono molto felice che la Delegazione FAI di Ascoli Piceno mi abbia dato l’opportunità di collaborare a questa iniziativa. Le GFA sono da sempre dedicate ai Giovani che, nella nostra realtà, non sono una semplice costola della Delegazione, ma sono sempre pronti a scendere in campo come protagonisti, visto anche il grande successo delle scorse GFP – ha affermato Gino Petronio, capogruppo FAI Giovani Ascoli Piceno.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.