ASCOLI PICENO – Alloggi sociali e miniappartamenti per ospitare e assistere persone con pluri disabilità, permettendo ai loro familiari di muoversi liberamente in caso di necessità (cure, valutazioni cliniche o altro), ma anche di potersi concedere momenti di riposo senza dover pensare ai bisogni quotidiani del proprio familiare.

È questo il cuore del progetto al centro di un importante finanziamento ottenuto dalla società Habilis, cooperativa sociale, che gestisce ad Ascoli Piceno il polo sociosanitario ‘Officina dei Sensi’.

 

I fondi, dell’importo di 250 mila dollari, arrivano dagli Stati Uniti e sono stati donati dalla National Italian American Foundation (NIAF), organizzazione senza scopo di lucro e apartitica, dedicata alla conservazione, promozione e protezione del patrimonio culturale italoamericano ( https://www.niaf.org/ ).

 

Il progetto prevede anche l’acquisto di un immobile per il ‘dopo di noi’, la ristrutturazione della sala dei laboratori e la realizzazione della sala all’ingresso ed è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nel Centro di via Copernico.

 

Hanno partecipato all’incontro il Consigliere di amministrazione di Niaf, Alfonso Ruffo, il Senatore Guido Castelli, l’Assessore ai Servizi Sociali, Massimiliano Brugni, il Direttore del Centro ‘Officina dei Sensi’, Mirco Fava, il Coordinatore dell’Ambito Territoriale 22, Domenico Fanesi, il consigliere nazionale Uici, Adoriano Corradetti, e la presidente Uici di Ascoli Piceno e Fermo, Gigliola Chiappini.

 

“Gli americani sono molto pignoli quando devono finanziare qualcosa – ha sottolineato Alfonso Ruffo – e la direzione dell’Officina dei Sensi, anche con il prezioso sostegno del senatore Guido Castelli, è stata in grado di rispondere a tutti i quesiti che sono stati posti e di produrre con tempestività tutta la documentazione richiesta. E non è stato un compito semplice”.

“La Niaf è lieta di aver aiutato la cooperativa sociale Habilis nella ristrutturazione del centro polifunzionale Officina dei Sensi – il messaggio del vicepresidente, John Calvelli che ha annunciato una visita al Centro per il prossimo anno . Sono orgoglioso di sostenere il progetto che andrà a beneficio della comunità di Ascoli Piceno: bambini, anziani e famiglie avranno uno spazio dedicato per attività sociali, educative, ricreative e avranno un luogo in cui ricevere cure adeguate. Questo è solo uno dei modi con cui la nostra Fondazione mantiene forti legami con l’Italia e la comunità italo-americana”.

“La ricostruzione non può prescindere dalla rigenerazione dei tessuti su cui si è scaricata la sequenza sismica – ha detto il senatore Guido Castelli -. Non basta e non serve ricostruire le case senza che contestualmente le comunità non si riapproprino delle dinamiche sociali necessarie a garantire il futuro di chi dovrà abitare quelle case. Una società giusta e rigenerata dà una risposta in termini di presa in carico di chi soffre”.

 

“L’Officina dei Sensi è un fiore all’occhiello della nostra città – ha spiegato l’assessore Massimiliano Brugni – perché sono tantissime le risposte che vengono date alle esigenze delle nostre famiglie che convivono con la disabilità e che affrontano anche problemi economici: tanti servizi erogati dalla struttura, va sottolineato, sono gratuiti”.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.