FERMO – «Proseguono senza sosta i servizi di controllo del territorio effettuati dalla Questura nei comuni di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio nel weekend appena trascorso, nel quale l’attività preventiva delle Forze dell’ordine è stata mirata al contrasto della “malamovida” nonché di oggettive criticità verificatesi in alcune aree della provincia. I controlli si sono svolti oltre che con l’impiego di personale della Questura di Fermo anche con l’ausilio del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Porto Sant’Elpidio ed hanno interessato la città di Fermo, con particolare riguardo al centro cittadino in ragione delle molteplici manifestazioni in programma, il comune di Porto San Giorgio ove, soprattutto nel fine settimana, sono state segnalate situazioni di degrado dovute al continuo bivacco da parte di gruppi di giovani ed il comune di Porto Sant’Elpidio dove sono state comunicate situazioni di degrado con la presenza di soggetti dediti allo spaccio e all’uso di sostanze stupefacenti, nonché nelle vie del centro e del Borgo Marinaro, ove sono stati segnalati reati predatori e di criminalità diffusa.

Il bilancio è stato di più di 240 persone identificate, 150 autovetture controllate e 15 esercizi pubblici verificati. Sono stati effettuati 16 posti di controllo ed elevate 5 sanzioni al Codice della Strada.

Durante i controlli espletati all’interno degli esercizi pubblici, con particolare attenzione a quelli già noti alle Forze di polizia per essere luoghi di ritrovo di pregiudicati, gli operatori si sono concentrati sugli avventori, molti dei quali avevano a loro carico numerosi precedenti di polizia. In tre casi, in tre diversi bar di Porto Sant’Elpidio, tre persone sono state trovate in possesso di sostanza stupefacente del tipo hascisc. I possessori, due uomini ed una donna, sono stati sanzionati ai sensi dell’art. 75 DPR 309/90 e la droga è stata sequestrata.
Da segnalare intorno alle ore 22,00 un intervento in via Diaz di Porto Sant’Elpidio per un ragazzo intento a lanciare sedie e bottiglie dalla finestra della propria abitazione. Il giovane uomo era già conosciuto alle pattuglie perchè non nuovo a questi scatti d’ira in quanto affetto da problemi psichici. Il repentino intervento delle pattuglie di polizia in servizio, consentiva la messa in sicurezza dell’area attraverso il transennamento della strada in corrispondenza della sua abitazione. Gli operatori raggiungevano poi il ragazzo nella sua dimora il quale, alla vista degli agenti si calmava subito e riferiva di aver perso le staffe a causa di una discussione verbale avvenuta con la sua fidanzata.
Ma questo tra fidanzati non è stato l’unico diverbio del quale si è dovuta occupare la Polizia. Nella notte tra sabato e domenica infatti, la volante è intervenuta per un altro litigio, in contrada Paludi di Fermo, stavolta tra due fratelli e per futili motivi ed anche in questo caso è bastato l’arrivo della polizia per far sì che gli animi si placassero, mentre vi è la gelosia per una ragazza, all’origine della discussione tra due uomini all’interno di un bar di Porto San Giorgio avvenuta invece nella prima serata di domenica».

Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.