CASTIGNANO – Sarà l’imprenditore Enrico Bracalente, fondatore e amministratore unico della Bag Spa, società proprietaria del marchio NeroGiardini, l’ospite d’onore alla cerimonia di consegna dei Premi di Studio assegnati annualmente dalla Banca del Piceno ai soci e ai loro figli distintisi in ambito scolastico.

L’evento avrà luogo domenica 23 ottobre a Castignano, nella sala “San Venanzo”, con inizio alle ore 10. Ben 59 i giovani interessati dal riconoscimento, diplomati nell’anno scolastico 2020/2021 o laureati nella sessione di esami fino al 2021. Tra le candidature che hanno risposto al bando, i vincitori sono stati scelti in base al giudizio del Cda. Vere eccellenze del territorio, ragazzi che hanno ottenuto il massimo dei voti nei rispettivi percorsi di studio: 17 diplomati; 10 con laurea triennale; 21 con laurea magistrale; 11 con laurea a ciclo unico.

La cerimonia sarà introdotta dai saluti del vertice della Banca del Piceno, dal presidente Mariano Cesari al vice presidente Claudio Censori. Seguirà la testimonianza di Enrico Bracalente: il patron di NeroGiardini partirà dagli esordi da giovanissimo operaio calzaturiero, con il sogno di mettersi in proprio, fino ad arrivare ai successi imprenditoriali internazionali. Sogno, passione, sacrifici, lungimiranza sono le pietre miliari del cammino illuminato di Enrico Bracalente. Prima della consegna dei premi, tre giovani insigniti del riconoscimento negli anni passati racconteranno le loro esperienze lavorative post laurea.

“La cerimonia di consegna dei Premi di Studio – sottolinea Mariano Cesari – suggella uno dei momenti più emozionanti in cui il nostro Istituto incontra le eccellenze del territorio. Siamo da sempre al fianco dei giovani e non a caso domenica proporrò a tutti i premiati di diventare soci della nostra BCC acquistando di fatto due quote a un prezzo simbolico. Un modo tangibile per dire che crediamo nelle loro capacità come stimolo, idee e progetti. Non sarà una semplice passerella, quella di domenica, ma un confronto e un dialogo faccia a faccia tra la più grande Bcc delle Marche, visti i nostri 5.875 soci, e alcune delle migliori menti del territorio. Il tutto in presenza dell’imprenditore Enrico Bracalente, che ringrazio per aver accettato il nostro invito”.

“Le nuove generazioni meritano massima attenzione – aggiunge Claudio Censori, che ricopre anche il ruolo di presidente del Comitato esecutivo della Banca del Piceno –. Nel contesto attuale, reso particolarmente difficile dall’incertezza dei mercati e dai continui cambiamenti delle dinamiche legate al lavoro, sappiamo quanto sia difficile per i giovani trovare certezze, soddisfazioni, prospettive. Il ruolo delle Banche di credito cooperativo è basilare, perché solo restando vicini e supportando le nuove generazioni si potrà camminare lontano. Non a caso alla cerimonia abbiamo invitato Enrico Bracalente, che proprio sulle nuove generazioni ha puntato decisamente per consolidare la sua azienda”.


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.