ASCOLI PICENO – È stato scarcerato ed espulso dal Prefetto di Ascoli Piceno un cittadino albanese che risultava irregolare sul territorio italiano. L’uomo, uscito dalla casa circondariale nella giornata di ieri, mercoledì 19 ottobre, aveva precedenti penali per tentato omicidio volontario aggravato, rissa ed evasione. Segue il comunicato della Questura ascolana:

«L’impegno della Polizia di Stato per garantire la sicurezza dei cittadini prosegue anche oltre l’attività di prevenzione e repressione dei reati, seguendo le vicende giuridiche dei pregiudicati anche al termine dell’espiazione della pena.

Nella mattinata del 19 ottobre u.s. un cittadino albanese è stato scarcerato dalla Casa Circondariale di Ascoli Piceno per compiuta espiazione della pena. Il medesimo, gravato da precedenti penali per tentato omicidio aggravato, rissa ed evasione, risultava irregolare sul Territorio Nazionale.

Lo straniero è stato pertanto accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Ascoli Piceno e in ragione dell’irregolarità nonchè della pericolosità sociale è stato oggetto di immediato decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Ascoli Piceno, seguito dall’Ordine di trattenimento presso un centro di permanenza emesso dal Questore di Ascoli Piceno. A seguito dei citati provvedimenti lo stesso veniva immediatamente condotto presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri di Gradisca d’Isonzo (GO) al fine del suo rimpatrio in Albania».


Copyright © 2023 Riviera Oggi, riproduzione riservata.